ZIE E ZII ALLA TRANSENNA

Pioggia, sole, caldo infernale, polvere, ore e ore di attesa… nulla ci ha mai scoraggiato. La transenna, per noi, significa amicizia, risate, ritrovata gioventù, infinito amore per te… E quando un giorno, al suo posto, ci saranno le comode poltrone dei più grandi teatri o le gradinate dei più noti stadi, la transenna ci mancherà… perché là è cominciata la tua storia e là ci siamo sentiti parte di te… in quell’intimo colloquio tra la nostra anima e la tua…

 

prova resoconti

442 risposte a ZIE E ZII ALLA TRANSENNA

  1. nadiaVeneZia ha detto:

    ZURIGO – ACANTO CLUB
    Ospitata “Gente di Mare” del 24/10/2012
    II^ parte

    Al ritorno però ci aspetta una piacevole sorpresa… il locale è pieno di fans che non pensavamo di trovare vista la lontananza e l’ospitata… e ci sentiamo a casa! Ma la Scanuavventura non è ancora finita… prima dell’inizio dello spettacolo dobbiamo convertire i biglietti… e in cambio ah ah ah… ci mettono un timbro nel polso… (povere noi…. che ci tocca fare per ascoltare la sua voce!) e tutti risalivano ridendo guardandosi il polso Scanumarchiato … però lamentandosi che non gli era rimasto il biglietto ricordo.

    Inizia la serata di “Gente di mare”… una ragazza del posto vestita tipo cappuccetto rosso stava facendo la festa di addio al celibato… e ci chiediamo che faccia farà Vale quando la vedrà così agghindata. Arrivano pure due stranissimi DJ che propongono brani remixati di Paola e Chiara, Celentano, Carrà , Cutugno, Ramazzotti, ecc. ecc…. le ragazze cominciano timidamente a ballare per poi scatenarsi nei balli di gruppo… difficile rimanere fermi infatti si buttano anche le meno giovani. I DJ distribuiscono anelli fosforescenti e regalano delle magliette a coppie che salgono a ballare sul palco … tra queste mi è rimasto impresso un giovanissimo ragazzo di colore che è salito sul palco con sua mamma a ballare la lambada… woow che bravi… il ragazzo poi lo abbiamo visto in prima fila cantare tutte le canzoni di Valerio… troppo forte!

    Il DJ ogni tanto per sentire il nostro entusiasmo annunciava che a momenti sarebbe arrivato sul palco l’ospite d’onore della serata ma, anche se Valerio in realtà era già arrivato in mattina per un intervista a un’importante radio locale, sapevamo da quanto scritto in pagina ufficiale che per sentirlo cantare dovevamo pazientare fino all’una e mezza…!
    Finalmente si avvicina l’orario e cominciamo ad avvicinarci al palco… non ci sono transenne e le ragazze in prima fila sono praticamente spalmate sul palco da tanto sono vicine… Vale stai attentooooo… ed ecco che, ancora col cappotto, entra da una porticina appena dietro il palco… sale subito… jeans, felpa e capelli sciolti boccolosi dietro ma che sembravano naturali… molto fashion.
    Valerio rimane piacevolmente meravigliato… stupefatto, incredulo ma felice dell’imprevista presenza… gli leggevi negli occhi l’immensa soddisfazione di trovare la discoteca piena soprattutto per la presenza di tanti ragazzi del posto… sicuramente più gente di quello che pensava visto la location così lontana e…. tanti…. tanti… tanti applausi! Che bello vedergli quel sorriso soddisfatto e quasi imbarazzato… leggere nelle sue espressioni la consapevolezza di quanto il suo pubblico lo apprezzi e che per una semplice ospitata lo abbia seguito anche nella svizzera tedesca… certo che stavolta ha percepito forte e chiaro l’affetto dei suoi fans.
    Ad ogni canzone cresceva il nostro entusiasmo nell’applaudirlo… tutti hanno cantato con lui .
    Il Dj si è stupito della grande presenza del suo fans club… non sono abituati di vedere tante persone adulte arrivare nel locale da tante parti d’Italia per ascoltare un cantante….poi fa salire sul palco una fans svizzera con un cartellone con una frase bellissima “Guarda il cielo… è l’unica cosa più grande di te!” Valerio trattiene la ragazza sul palco per cantare assieme “Amami”… mentre cantava il DJ gli è passato più volte davanti ed io ho pensato… mmmhhh strano che Vale se ne stia zitto… e infatti finita la canzone se n’è uscito con una delle sue e ridendo gli ha detto che lo avvisava che se gli passava ancora davanti lo buttava giù dal palco… ah ah ..ma è terribile sto ragazzo!
    Le canzoni erano su base musicale ma con voce rigorosamente live e, anche se era arrivato poco prima dall’esterno…. e fuori e faceva freddo, ha cominciato a cantare a piena voce in modo naturale e senza sforzo… nonostante gli acuti… devo dire che era proprio in ottima forma!

    Sale anche sul palco un’altra fans svizzera con una torta fantastica… decorata con una foto della Svizzera e con scritto “Torna presto”… Valerio stava per affondare il dito ma si è fermato dicendo… “mmmh non vi dico cosa stavo per fare” ma noi, che avevamo capito benissimo, lo incitavamo “dai …fallo!” ma lui ha spiegato che non poteva altrimenti doveva ritornare a mangiare solo carne per altri 5 giorni…. probabilmente sta facendo la dieta Dukan… però… mamma mia quella torta era proprio invitante!
    La serata è proseguita con “Liberamente” tutti con le mani alzate scatenati nel ballo e nel buio gli anelli colorati e luminosi creavano proprio un bell’effetto.
    Poi “L’amore cambia” e “Mio” il DJ ascoltava a bocca aperta la potenza della sua voce e alla fine gliel’ha pure detto.
    E’ la volta di “Per tutte le volte che” che anche lì tutti conoscono probabilmente per effetto dei tanti passaggi nelle radio svizzere ed infine accompagnato alla pianola dall’altro DJ canta “Sentimento”… da vedere lo stupore e l’espressione meravigliata del DJ per la versatilità nel cambio dei toni, degli acuti e soprattutto del filato su “uominiiiii”.
    Alla fine alcune hanno chiesto un pezzo a cappella ma lui per ben due volte cha fatto capire che proprio non poteva.
    Ed è arrivato il momento dei saluti… il DJ gli ha preso la mano e Vale ha guardato stupito i tanti anelli luminosi del DJ che in una mano formavano i colori della bandiera italiana e nell’altra della bandiera francese e divertito ha detto …”ahhh ora ho capito!”
    Alla fine i DJ volevano farlo cantare “Gente di mare” lui però non sembrava molto entusiasta e per fortuna, visto che la base non partiva, Valerio ha ringraziato il locale, la Svizzera e lo Swiss Fans Club per averlo ospitato ed è sceso a fare gli autografi….ma ovviamente non a ballare!
    Ho approfittato anch’io per farmi firmare una copia di “Così diverso” (che vorrei far girare tra persone che non lo conoscono per sentire il parere di gente non fans e per capire quali canzoni piacciono di più) … e visto che non aveva la penna gli ho dato la mia… bianca e verde… infatti si vede nella foto finchè firma il mio CD e quello di Patrizia… gli abbiamo detto per ascoltarlo siamo arrivate da Venezia … poi senza che me lo aspettassi si è avvicinato e… ah ah io non dico niente ma so che la sua barba è morbida morbida e che è pure profumato nonostante li dentro facesse un caldo boia.
    Da lontano abbiamo guardato divertite le ragazzine che non volevano lasciarlo andare via e poi è uscito dalla stessa porticina dal quale è entrato ed è sparito nel buio della notte svizzera!

    Dopo aver ringraziato Marina e Fabiana dello Swiss Fan Club per essersi date tanto da fare per rendere possibile questa ospitata siamo risaliti in macchina e… dopo altre 3 ore di macchina per ritornare a Lugano… tutti a letto… alle 6 di mattina… (cavolo di solito è l’ora che mi alzo!) stanchi ma felici della bella serata e della bella compagnia.

    Ma….Ivanaaaaaaaaaaaaaaaaa ci siamo dimenticate di andare nella solita pasticceria… uffa ci toccherà tornare per un altro Scanuconcerto!

    Ecco anche quest’avventura è terminata… un grazie va come sempre a Valerio che con la sua musica rende le mie giornate più leggere e colorate. Madre natura gli ha donato una splendida voce che ha saputo magistralmente coltivare per donarla al suo pubblico e spero che Valerio non si lasci lasciarti mai condizionare da nullità che in un modo o nell’altro gli remano contro… io sono certa che arriverà a vette attualmente inimmaginabili e noi ci saremo ancora…sempre e per sempre!

  2. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THISS CHRISTMAS (1 parte)

    Quando è uscita la notizia che Valerio avrebbe fatto un concerto a Roma il 17-dicembre volevo piangere, piangere perchè sapevo che chiedere a mio marito di andarci era un’impresa ardua. Ero appena stata a Fumone, come potevo convincerlo in questa trasferta? Ma l’amore e la convinzione che ormai provo per questo artista, mi ha portato a giocare la mia partita in modo semplice e naturale. Prima ho fatto leggere a mio marito i vari articoli che riguardavano l’organizzazione del concerto per fargli sapere di questo evento; poi gli ho parlato del teatro, che era bello con tutte le poltroncine rosse, importante e confortevole. Una sera Nadia mi telefona, parliamo dell’acquisto dei biglietti del treno, che ha trovato un’offerta…così mio marito ha sentito i nostri discorsi e si è incuriosito a tal punto che ho dovuto spiegargli per benino tutto quanto. Insomma, quella sera, grazie a Nadia ha deciso di andare a Roma, e visto che mia figlia compiva gli anni al 12-12, di starci 3 giorni. Evviva, era fatta! Purtroppo ho faticato un po’ per i biglietti, ma per fortuna Patrizia me li ha comprati al suo paese, perchè qui da me nessuno ne era fornito. Comunque da quella sera il mio primo pensiero è stato la data fatidica e, man mano che trascorrevano i giorni, non stavo più nella pelle.

  3. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS IS CHRISTMAS (2 parte)

    Finalmente il grande giorno è arrivato. Il venerdì, dopo una bella e preoccupante nevicata, avevo tutto pronto: biglietti treno fatti, biglietti concerto in valigia e tutta la felicità del mondo nel mio cuore. Sabato sveglia alle 4, dopo una fugace colazione e riordinato casa, siamo saliti tutti e 3 in macchina diretti verso la stazione di Verona, che dista un’ora da casa mia. Il treno ci aspettava per le 7 meno 10, abbiamo atteso un po’ e per le 6.30 ci siamo accomodati al calduccio all’interno della carrozza. 6.50 PARTENZA! Il treno iniziava il suo viaggio e io il mio, sapevo dove ero diretta, ma non sapevo che da questa esperienza sarebbero scaturite tante cose positive. In 3 ore siamo arrivati a Roma, appena scesi dal treno la visione della stazione ci ha un po’ spaesati: così grande e piena di gente da ogni parte! Avevamo l’indirizzo del B&B e non abbiamo trovato nessuna difficoltà ad arrivare alla meta. Appena entrati, la signora si è rivelata subito molto simpatica, e ci ha accolto con mille premure. Questa sistemazione è il frutto di uno spostamento effettuato dal primo B&B dove avevamo prenotato noi con Patrizia e marito e Nadia, Lucia e Lia. Il signore del B&B subito ci aveva confermato la prenotazione, in seguito, realizzato che eravamo in troppi e non potevamo stare tutti nel suo stabile, perchè già pieno. Fatto sta che quando ha capito che eravamo un gruppo, ci ha trasferiti tutti a casa di un’amica. La signora, incantevole con tutti noi, ci ha fatto un po’ da guida turistica spiegandoci della città. La diversa temperatura è stata la prima cosa che ho notato al mio arrivo a Roma, che caldo!! Eravamo super vestiti, tanto che siamo arrivati sudati e affaticati come fosse Maggio. Però, dopo 4 piani di scale con le valigie, sfido chiunque a non sudare! 🙂

  4. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS IS CHRISTMAS (3 parte)

    Dopo aver chiaccherato con Stefania del B&B e sistemato i bagagli, non abbiamo perso ulteriore tempo per cominciare a visitare la città. L’entusiasmo era tantissimo, ci trovavamo in un luogo tutto nuovo per noi e la curiosità era molta. Cartina ed itinerari alla mano ci siamo diretti verso piazza S. Pietro, Castel Sant’Angelo e piazza Navona. Purtroppo ha iniziato a piovere e, verso le 13, abbiamo preferito fermarci per il pranzo e aspettare che si calmasse un po’. Era tutto bellissimo anche sotto la pioggia, non ci infastidiva più di tanto. E così il Sabato è volato; siamo ritornati da Stefania per una bella doccia e per poi andare a cena. Purtroppo Giulia non si sentiva molto bene e ha preferito bere un tè caldo, così io e mio marito ci siamo comperati del cibo pronto da consumare in casa. Sembrava tutto inverosimile: essere a Roma per Valerio con tutta la mia famiglia. Quella sera siamo andati a nanna presto, soddisfatti e pronti per una nuova giornata.

  5. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS IS CHRISTMAS (4 parte)

    Domenica mattina l’itinerario era vasto: Piazza della Repubblica, Fontana di Trevi, Quirinale, Palazzo Madama, Phantenon, Piazza Venezia e Colosseo; ed era il giorno in cui arrivavano Patrizia e Dino, e morivo dalla voglia di riabbracciarla. Sono arrivati alle 12.30 e ci siamo trovati nel pomeriggio da Stefania per un té e la sera cena tutti assieme. La cena è stata all’insegna delle risate e della contentezza. Abbiamo parlato del concerto, di come poteva essere pettinato e vestito Valerio, di quali altre meravigliose cover aveva in serbo per noi. L’euforia che si leggeva sui nostri volti era così evidente che siamo riusciti a far sorridere perfino il cameriere! Ad un certo punto è arrivata la telefonata di Lucia per accordarci con lei, Nadia e Lia del loro arrivo previsto per il pomeriggio seguente. Abbiamo così appreso che Nadia non si era sentita bene ma nonostante tutto sarebbe venuta a qualsiasi costo (non lo avrei messo in dubbio per nessun motivo). Siamo poi ritornati al B&B e, dopo la buonanotte, tutti a fare ninne.
    Il mattino seguente era il 17-12, quasi incredula dei 2 giorni trascorsi intensamente, mi sono ricordata che avevo un appuntamento così importante e sospirato da desiderare l’eternità di quel giorno. Abbiamo fatto colazione tutti assieme in quella cucina, dove sembrava di essere in una fiaba. Mille cosine distribuite qua e là, il frigorifero con i colori della bandiera italiana, così piena di colori e dettagli d’altri tempi. La cosa buffa è stata che io e Patrizia eravamo in tenuta da notte, rispettivamente pigiamone da -20°C e una camiciola più calzettoni da scolaretta. Io, se sapevo del caldo che c’era…portavo il costume!! E’ stata la colazione più chic che potessi fare, Stefania ha comprato per noi tante delizie

  6. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS IS CHRISTMAS (5parte)

    Finita la colazione ci siamo preparati per l’uscita. Abbiamo concordato con Patrizia e Dino di visitare il Colosseo e Piazza di Spagna. La mattina era stupenda, il sole illuminava Roma e sembrava fosse primavera. Nei pressi del Colosseo ci siamo fatti delle foto, ad un certo punto una ragazza mi chiede se le scattavo una foto. Era giovane e anche carina, mi sembrava avesse qualcosa di familiare: per esempio trovarsi a Roma per il concerto di Valerio! Non ho esitato a chiederle se fosse una fan di Valerio Scanu, purtroppo si trovava a Roma per un colloquio di lavoro: peccato!
    Poi ci siamo recati in Piazza di Spagna e lì abbiamo recitato la parte dei modelli che scendevano le scale: quanto ridere! Finito il siparietto, ci siamo diretti verso via Condotti, dove i negozi sfoggiavano nelle vetrine gli articoli più costosi che esistessero! Guardando i prezzi abbiamo preferito ridere, piuttosto di piangere! Pian piano si era fatto ora di pranzo, trovato un ristorante, ci siamo subito accomodati. Era anche il giorno del concerto, nel pomeriggio sarebbero arrivate Nadia,
    Lucia e Lia. Eravamo tutti trepidanti non vedevamo l’ora di prepararci, di recarci all’Auditorium e incontrare tutte le altre zie e fans. Dopo il pranzo, siamo andati a bere il caffè in Piazza del Popolo
    e successivamente era anche l’ora di rientrare perchè io e Patrizia dovevamo attendere le altre in stazione.

  7. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS CHRISTMAS (6 parte)

    Incominciavo a sentirmi l’agitazione, tutto mi sembrava impossibile: essere a Roma, che fosse il giorno del concerto, passare dei bellissimi momenti con Patrizia, e presto anche con Nadia, Lucia e Lia. Una volta ritornati a casa da Stefania, doccia e merenda. Ci siamo fatti il tè, e mangiato ogni sorta di dolci: come si poteva rinunciare a tutto quel ben di dio, seduti in quella meravigliosa cucina d’altri tempi? Dovevamo recuperare tutte le energie per poi essere superfans, allo spettacolo del nostro Valerio. Alle 16.30 sono arrivate le altre e le abbiamo accompagnate al B&B. Ormai le ore restanti prima di andare al concerto erano poche, verso le 17.30 incominciava la scanupreparazione: un po’ di trucco, una spazzolata ai capelli, un abito grigio-nero. Profumo dolce-fruttato e tanto tantissimo entusiasmo. In quel momento la mia percezione del dolore era così minima, che avrebbero potuto togliermi un dente senza anestesia!!! Quando siamo stati tutti vestiti e pronti ci siamo guardati a vicenda per controllare il livello di eleganza: abbiamo passato tutti la prova, eravamo perfetti per quella serata. Soprattutto, era perfetto ciò che ci univa in quel momento, un Amore fortissimo e un ‘ammirazione enorme per Valerio!!! Ci siamo diretti verso l’autobus 910, che ci avrebbe portato al Parco delle Musica e al paese delle fiabe, dove quella sera tutto sarebbe risultato magico. Il tratto di strada non terminava mai, c’era traffico e tra fermate e auto ferme, sembrava un viaggio interminabile. Finalmente è arrivata la nostra fermata, di fronte si vedeva l’Auditorium, c’era già parecchia gente nei dintorni, già intravedevo qualche faccia conosciuta. Per prima cosa abbiamo consumato un panino al bar e di seguito ho salutato le zie che man mano arrivavano. C’era Ivana, Perla, ho conosciuto Cristina, rivisto Luana e Fiorella.

  8. monica69 ha detto:

    ROMA-17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS CHRISTMAS (7°parte)

    Era quasi ora di prendere posto all’Auditorium, ma aspettavamo la persona più importante della serata, quella che fin dal 1°giorno si è rivelata speciale: la nostra Stefania! Infatti le avevamo parlato moltissimo di Valerio, di questo speciale concerto, lei ci poneva tante domande a proposito, che l’abbiamo invitata a presiedere alla serata per rendersi conto di persona. Contenta e felice dell’invito, ha accettato. Mentre attendevo il suo arrivo, vedo entrare i genitori di Valerio e visto che non avevo ancora avuto il piacere di conoscerli, mi sono avvicinata a loro con un sorriso e mi sono presentata, complimentandomi. Ecco che vedo Stefania, l’ho presa a bracietto e ci siamo diretti tutti quanti alle nostre poltroncine numerate. Lo stomaco si stava chiudendo, il tremore prendeva campo dentro me, stava succedendo quello che ormai conosco bene: ANSIA DA CONCERTO! Era tutto vero quello che mi stava succedendo? O ero a casa che stavo sognando? Non lo volevo sapere, quello che sapevo già mi bastava! La mia postazione era galleria sinistra, mentre Stefania era a destra, Nadia, Patrizia e Lucia in platea. Man mano che passava il tempo le poltroncine si riempivano, sentiva che sarebbe stato un successone in ogni senso: per la presenza dei fans, per ciò che avrebbe fatto Valerio e l’organizzazione in generale. Una grandissima palla era appesa al soffitto del teatro, a destra del palcoscenico. Il tempo utile per guardarmi per guardarmi un po’ attorno, per assaporare tutta la magia del momento, che si erano spente le luci, un bimbo di circa 8 anni si è posizionato da un lato del palco e le prime note di “My heart will go on” hanno zittito tutta la sala Sinopoli. Poi …la grande entrata dell’artista, l’abbiamo individuato anche se c’era poca luce (Valerio si riconosce anche da lontano!) . Quando ha accennato le prime parole della canzone è successo il miracolo: dapprima qualche urletto imbecille delle solite, poi silenzio tombale,qualcosa da gustare, da assaporare, da ricordare per sempre! La voce di Valerio era sicura, fluida e calda, cantava di fronte al bambino che rappresentava lui da piccolo. Il primo brano mi ha talmente commossa da riuscire a rubarmi qualche lacrima, da farmi accelerare i battiti del cuore, da non sentire più nè braccia né gambe! Ero spacciata, stavo in scanuestasi, niente e nessuno mi poteva distogliere. Valerio era sicuro di sé stesso, fiero e orgoglioso di lui e di noi fans, infatti ci ha chiesto:<>. Eravamo tanti, visto che la sala era tutta piena. Tutti i brani li ha eseguiti senza tante pause senza un minimo sbaglio e con una potenza vocale mai sentita prima d’ora. Mi ha emozionata, commossa e meravigliata, per la sua bravura, per quel talento che nessuno gli può togliere, per il suo amore verso questa professione. Soprattutto ciò che strabilia è la sua umiltà, il suo cuore grande e generoso. Non saprei dire quale canzone ho preferito, il primo brano mi ha commossa letteralmente, poi quando ero già morbida, a sciogliermi come burro al sole è bastato poco.

  9. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS CHRISTMAS (8 parte)

    Il brano che ha scatenato molta euforia in me è stato “Pride”, cantato splendidamente da una voce versatile, meravigliosa. Valerio riesce a cimentarsi in qualsiasi canzone. Questo lo avevamo sospettato da tempo, ma dopo il 17 i sospetti sono divenuti realtà. Eravamo a Roma all’auditorium, ma potevamo essere in qualsiasi altro teatro prestigioso del mondo, perchè l’atmosfera che ha creato l’artista è stata unica!!! La serata è stata arricchita anche con la presenza delle ospiti: Ivana Spagna e Silvia Olari. L’affetto e L’amicizia con cui sono legate a Valerio erano palesi. Il momento più dolce è stato quando sono arrivati da sopra una slitta i suoi “bimbi”! Li ha presentati uno ad uno, e volevano salire sulle gambe di Valerio! IL suo viso, in quel momento, s’è fatto più dolce e sincero che mai, traspirava tutto l’amore che ha per quelle creature. Bello, bellissimo momento! Valerio non ci ha lasciti che per una breve pausa, giusto il tempo di un respiro e poi ancora emozioni a mille, il mio cuore ha scalpitato per quasi 3 ore, sotto la potenza immensa della voce magistrale di Valerio. In queste 3 ore mio marito ha avuto modo di apprezzare l’artista e di applaudirlo con convinzione. Mia figlia contenta di udire una perfezione simile, vuole al più presto risentirlo. Alla fine del concerto,Valerio ,senza esitare si è espresso così:”Alla faccia di chi non ci credeva!”. Così tutti gioiosi e felici, purtroppo, siamo dovuti uscire e risvegliarci dal sogno appena vissuto. Scendendo le scale ho chiesto a Stefania le sue prime impressioni: ne è rimasta colpita dalla voce, dal personaggio e dalla semplicità dell’artista. Ancora una volta ho potuto avvicinarmi a Sonia e Tonino, così mi sono complimentata del successo della serata e gli ho fatto tanti auguri per Valerio e per il Natale.

  10. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS CHRISTMAS (9 parte)

    Stefania doveva accompagnarci tutti al B&B con la sua macchina, ma purtroppo, essendo in 8, i giri da fare erano 2. Così prima sono saliti Patrizia, Dino e Lucia. Finchè aspettavamo, mi sono accorta che stava uscendo una macchina dall’auditorium, a bordo c’era Silvia, e poco dopo ho scoperto che dietro c’era anche Valerio! Mi sono precipitata per salutarlo, ma un energumeno bloccava la portiere aperta e molte fans erano al suo capezzale. Per fortuna che l’energumeno dopo un po’ se n’è andato e ha chiuso lo sportello della macchina. Ma era ancora ferma, e così io ho ben pensato di bussare al finestrino, immediatamente si è abbassato per metà e…appare Valerio! L’ho salutato stringendogli la mano e dicendogli che ero venuta da Vr per lui. Mi ha detto grazie e poi la macchina è partita. Stefania nel frattempo era arrivata per riportarci a casa; appena saliti in macchina si è offerta per farci fare un giro della città. Abbiamo accettato volentieri. E’ stata carinissima e tra chiacchere e risate, siamo tornati al B&B. Appena aperta la porta, Lucia, Patrizia e Dino, che erano in ansia per noi, ci hanno chiesto il motivo di questo nostro ritardo. In quel momento mi è partita una risata cronica che è durata 10 minuti. Non riuscivo a smettere, vedere Lucia e Patrizia in tenuta da notte tutte preoccupate e noi tutti euforici, come se fossimo brilli, non aveva prezzo! Finalmente siamo riusciti a spiegare che avevamo girato per Roma in macchina. Roma di notte, senza traffico, è uno spettacolo mozzafiato. Nel frattempo lo stomaco mi si era magicamente aperto, così ho dato bando alle merendine che avevo portato per il viaggio. Anche a Nadia era venuto appetito, e tra uno snak e l’altro abbiamo commentato la stupenda serata, io sembravo ubriaca, invece non avevo nemmeno visto passare l’alcool! Mi sentivo felice, euforica, contenta, soddisfatta. Tutto questo per merito di una sola persona, che mi ha cambiato e plasmato l’esistenza, mi ha strappato e portato via quasi 20 anni. Anche solo aver visto Valerio così sicuro e orgoglioso di sé e del suo spettacolo, mi ha riempito l’anima di dolci sensazioni, mi ha arricchita dentro e mi ha soddisfatta appieno. Così ero ubriaca, ma di felicità e contentezza, si era avverato l’impossibile per me, si era avverato anche il sogno di Valerio! Penso che fossero le 2.30 quando me ne sono andata a letto, Giulia e mio marito si erano già rintanati sotto le coperte. Io avevo dentro un mondo tutto mio e il sonno era l’ultima esigenza.

  11. monica69 ha detto:

    ROMA – 17 DICEMBRE 2012
    AND SO THIS CHRISTMAS (10 parte)

    Il mattino seguente Patrizia e Dino sono partiti alle 8 dalla stazione, li avevo salutati alla sera, perchè non mi andava di alzarmi presto. Verso le 9 ho sentito le altre in cucina e mi sono unita a loro. Ero in pigiama e assonata, ma ancora in estasi! Mi sono scusata per la faccia che avevo, a loro gentili mi hanno assicurato che non ero poi così male. Ho fatto colazione, abbiamo chiaccherato della serata, non avevamo dubbi del successone. Valerio aveva mantenuto la sua promessa: un regalo di Natale coi fiocchi! Poi si sono svegliati Giulia e Nicola, intanto io ho raccolto le nostre cose, perchè nel pomeriggio avevamo il treno alle 16.15. La mattina è volata con una bella passeggiata nei dintorni. Nadia, Lucia e Lia partivano anche loro nel pomeriggio, quindi ci siamo salutate e abbracciate forte forte! Cominciava a battere il cuore per questi giorni bellissimi trascorsi a Roma. Tutti e 3 avevamo accumulato il nostro bagaglio di emozioni, Valerio aveva aggiunto la sua firma a questo viaggio, ogni cosa è stata perfetta. Si era fatta l’ora di avviarci alla stazione, avevo la valigia piena di musica, amore e serenità! Ho aperto la porta di casa mia alle 21.00 di martedì 18, incredula e ancora sognante!

    Monica

  12. nadiaVeneZia ha detto:

    ROMA – Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli
    17/12/2012 Concerto di Natale “And so this is Christmas”
    Prima parte

    Quand’è uscita questa data ho pensato che, essendo un giorno troppo vicino alle feste di Natale e per giunta di lunedì, per Valerio sarebbe stato molto difficile riempire l’Auditorium, che poche persone avrebbero potuto partecipare a questo evento….. ma non avevo tenuto conto però della stima e dell’affetto che tanti provano per questo ragazzo che non vuole arrendersi alla mediocrità del mondo musicale, fiero e consapevole del suo valore in campo musicale e umano. Io stessa dopo pochi secondi dal primo ragionamento avevo deciso che dovevo essere assolutamente presente e questa mia decisione si è rafforzata ulteriormente quando durante il live di Fumone ha dichiarato che questo era un concerto interamente organizzato e finanziato da lui visto che chi lo “gestisce” è praticamente latitante.
    Fatto sta che a poche ore dall’annuncio della messa in vendita dei biglietti Patrizia è riuscita ad ottenere soltanto la 15^ fila della platea e nemmeno sedute vicine e dopo pochi giorni avevano esaurito anche tutti i biglietti in galleria, restavano solo biglietti per le gallerie laterali… e mancavano ancora più di 2 mesi… e vaiii!
    Ma fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare… e non solo! Anche se ero sempre decisa ad andare me ne sono successe di tutti i colori a cominciare dalle vicissitudini che Patrizia e Lucia hanno avuto per prenotare il B & B, ogni giorno c’era una novità con dei cambiamenti che ci lasciavano sempre più perplesse (anche se alla fine si è rivelato nella sua “stranezza” più che positivo…poi capirete perché!) E poteva finire qui? Eh no, ecco in arrivo un potente mal di denti con guancia gonfia risolto con antibiotici e 4 sedute dal dentista… la segretaria mi fa “seduta finale 17 dicembre”… seeee credici! Poi a pochi giorni dalla partenza mal di gola e raffreddore…. allora prendi antinfiammatori, fluidificanti, spruzza propoli, colluttorio, ci mancava solo una pozione magica…! E al lavoro? … fatalità bisognava concludere tutto entro il 17-18 dicembre! Beh io sono stata la prima a concludere (ih ih) chissà perché… poi proposte di cene dei vari gruppi yoga, biodanza, lavoro… ehi ma ci sono anche altri giorni nel calendario… persino i Maja avevano preventivato la fine del mondo dopo il 17!
    Ma poi mia mamma era sensibilmente peggiorata e lì me la sono vista brutta. Io sarei potuta anche partire con 40 di febbre ma non avrei mai potuto lasciare mia mamma… per fortuna poi all’ultimo giorno è migliorata…. ma non è ancora finita… mi telefona Patrizia, che era partita un giorno prima, avvisandomi che aveva sentito parlare di uno sciopero dei treni………. noooooooooooooooooo non è possibile… sembrava proprio come ne “I promessi sposi”… “questo matrimonio non s’ha da fare” mentre per me era “A QUESTO CONCERTO NON CI DEVI ANDARE”…. eh figuriamoci… nemmeno se mi legavano a un termosifone… me lo sarei portato dietro! Niente poteva farmi mancare a questo live così fortemente voluto oltre che da Valerio anche da tutte noi.
    Finalmente arriva il fatidico giorno, ultima scarica di adrenalina… i biglietti del treno li aveva Lucia… e se non arriva?.. se trova traffico e perdiamo il treno?… beh sono andata in stazione due ore prima… nemmeno avessi dovuto prendere l’aereo… faccio il checkup… controllo tutto… niente sciopero e niente ritardi per i treni a lunga percorrenza ok!… binario 6… vado e controllo a mo’ di capostazione che tutto in quel binario sia a posto ok!… scambio un po’ di messaggini con chi si trovava già a Roma … ok Roma esiste ancora!… tutto sotto controllo!… manca solo Lucia… Luciaaaaa! Allora decido di uscire un po’ dalla stazione e… visione dall’altra parte della strada vedo Lucia che mi chiama per un caffè… seee mi ci vorrebbe un litro di camomilla altro che caffè! Finalmente puntuale arriva il treno… appena il tempo di salire e si parte… caspita ho capito che è un treno veloce ma lasciateci almeno salire! Cerchiamo il nostro vagone e… sorpresaaaa … ci sono un sacco di persone che vanno al concerto… tutte nello stesso vagone. Se ci fossimo messe d’accordo forse non ci saremmo mai trovate tutte insieme… ah ah …anche se non so quanto contente siano state le altre persone a sentirci parlare dei bei e brutti ricordi degli ultimi 4 anni, ma ora anche loro sanno come stanno veramente le cose a proposito della congrega della Defi. Ahhhhhhh… (sospiro) finalmente un po’ di relax, ero riuscita a partire e… cavolo mi accorgo che è ora di mangiare… ih ih cosa ho mangiato non ve lo dico!

    Intanto sentiamo Monica, anche lei dal giorno prima già a Roma. E’ superentusiasta per aver accanto in quest’avventura anche Nicola (suo marito) e sua figlia … la dolcissima Giulia che adora Vale. Il viaggio e il concerto era il regalo per il suo 18° compleanno…. forti questi genitori! All’arrivo a Roma Termini acquisto biglietti della lotteria per il “grande progetto”… (non ho vinto… ve lo dico!) e di corsa arrivano Patrizia e Monica per portarci al B&B.… già il B&B… dovete sapere che ne avevamo prenotato uno vicinissimo all’Auditorium ma il titolare, vista l’affluenza delle richieste in occasione del concerto di Vale, ha pensato bene di accettare prenotazioni per non so quante camere quando di camere ne aveva solo 2  così ha dirottato il nostro gruppo in un B&B vicinissimo alla stazione ma parecchio lontano dall’Auditorium….. praticamente si trattava della casa di una sua amica che  di solito affitta una stanza ma stavolta si è addirittura trasferita dai suoi perchè a noi servivano 3 camere così ci ha lasciato tutta la casa… una casa stranissima, arredata con l’estro di un’artista, su un palazzo grandissimo che una volta era di proprietà dei Gonzaga… in cucina un frigorifero dipinto a bandiera italiana e vicino un vaso di girasoli con coccinelle (ah ah che coincidenza)… la nostra stanza (io, Lucia e Lia) era molto particolare con l’angolo bagno diviso da un separè mobile e con un soppalco da noi denominato “dei puffi”… io non ci sarei mai stata li sopra così ho dormito su un lettino ai piedi della scaletta … sembravo di guardia alle due principesse… ih ih .
    La proprietaria, Stefania, circa 40 anni, simpaticissima è una giornalista laureata in musica classica e fa recensioni e critiche musicali, suona pianoforte, chitarra e ha lavorato pure per la Rai … era appena stata operata ad un piede e ancora camminava con una stampella.
    Era parecchio stupita di tutta questa affluenza per un cantante che lei aveva solo sentito nominare solo per aver vinto il Festival di Sanremo tanto che, incuriosita da tutta questa nostra ammirazione per Valerio, ha voluto venire al concerto con noi così abbiamo diramato un tam tam tra altri gruppi  per recuperare un biglietto decente visto che ci avevano informato che ne erano rimasti solo una manciata ma in galleria laterale dove la visuale era proprio scadente.

    Dopo aver prelevato Lia in stazione in breve siamo tutti pronti e ci siamo diretti verso il pulmann che ci avrebbe portato all’Auditorium… e anche qui abbiamo trovato tanta gente che stava andando al concerto… praticamente Roma era piena di NOI!

    Poi… un colpo al cuore…arriviamo nell’esatto punto dove abbiamo abbracciato per l’ultima volta la nostra Carmen… un pungo allo stomaco… cerco lo sguardo di Patrizia e con gli occhi lucidi capisco che sta provando le mie stesse sensazioni! Mi ricompongo certa che anche stavolta lei c’è!
    Fuori dall’Auditorium ritrovo tante amiche con cui scambio opinioni da 4 anni a questa parte ma vedo anche tante facce nuove che stupite guardavano tutte quelle persone che si salutavano con grande entusiasmo e gioia.
    Alcune persone che non conoscevo quando sentivano il mio nome mi salutavano dicendo che leggevano i miei resoconti nel blog… leggono ma non scrivono.
    Incontro Orsola e converto in un caldo e reale abbraccio gli abbracci virtuali inviati in facebook…. impossibile non parlare di Carmen, la sua cara mamma… quanto ci manca!… e mi accorgo una volta in più di quant’è dolce quella ragazza!
    Arrivano Sonia e Tonino che andiamo tutti a salutare…che persone semplici e speciali!
    Ci avviciniamo ad alcune ragazze incontrate in treno… le fortunelle avevano partecipato alle prove e al meet & green e ci riferiscono che Vale “sembrava” tranquillo ma che traspariva che era una calma apparente. Tranquillo Vale qui è tutto ok c’è tutto il tuo pubblico che non vede l’ora che lo spettacolo inizi.
    Mi sbrano due panini e altro che non vi sto ad elencare …… ebbene si… c’è chi quando è agitato gli si chiude la bocca dello stomaco, a me invece si apre a dismisura e mangerei mangerei mangerei! Per fortuna ci fanno entrare altrimenti mi ci volevano due poltrone.

    …..segue…..

  13. nadiaVeneZia ha detto:

    ROMA – Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli
    17/12/2012 Concerto di Natale “And so this is Christmas”
    Seconda parte

    Finalmente entriamo. La Sala Sinopoli è gremita di fans, io prendo posto, a fianco purtroppo non ho Patrizia, Lia, Lucia, Monica e Giulia, le mie compagne di avventura, ma due ragazze che non conoscevo… però Vale ha il potere di annullare la differenza di età e parlando sembra che ci conosciamo da sempre da quanto sono in sincronia i nostri pensieri.
    Meggy davanti a me è pronta a riprendere tutto il concerto; iI suoi video sono sempre speciali…grazie Meggy sei mitica!

    Valerio entra: look di sobria eleganza jeans color grigio tutti luccicosi… giacca scura tono su tono ricca di particolari, camicia grigio chiaro e capelli sciolti… ih ih “abbastanza” naturali.
    Qualche ragazza in galleria inizia a fare urla isteriche ma vengono freddate immediatamente da tutto il pubblico. Niente deve rovinare questo concerto anche perchè ci sono telecamere che riprendono il tutto e nessuno vuole che l’eventuale DVD venga rovinato da quattro ochette urlanti.
    La scenografia è splendida, molto suggestiva pur nella sua semplicità, con una enorme palla sospesa che ogni tanto cambiava colore e rendeva tutto molto chic.
    Si abbassano le luci e risuonano le prime note di “My heart will go on” e in quel preciso istante realizzo che si… ci sono riuscita… che sono esattamente nell’unico posto dove potevo essere in quel momento… consapevole che stavo per essere proiettata in un’altra dimensione dove l’ascolto di quella fantastica voce spesso riesce ad annullarmi lo spazio e il tempo.
    Questa canzone regala subito un momento molto suggestivo … lui di fronte a un bimbetto di circa 8 anni, proiezione di se stesso, che ricorda la sua prima esibizione col distacco di un ricordo ormai lontano…..da brividi! Gli applausi non finiscono più solo Vale riesce a farli smettere intonando “One moment in time”, che eccezionale interpretazione! E’ il brano che a 10 anni gli ha fatto vincere il Baby Festival nella sua bellissima isola…ho letto la traduzione e… hai ragione Vale il tuo giorno più bello è ancora sconosciuto!
    Poi “Cambiare” il brano che gli ha regalato la vittoria a Bravo Bravissimo e “Gli occhi negli occhi” canzone che ha presentato ai casting per il musical di Cocciante. Il pubblico è molto coinvolto e applaude nelle pause musicali per non coprire la sua voce.
    Continua con una pillola di saggezza “Nella vita mai arrendersi perché le sconfitte ti fanno crescere e ti arricchiscono” e canta “I surrender” mamma mia che bella …un’interpretazione da togliere il fiato e che dire di “Listen” che fa splendidamente sua come al solito? Ricorda la sua partecipazione ad “Amici” e ci canta “Sentimento”… alle due ragazze sedute accanto a me fin dalle prime note scende una lacrimuccia in dignitoso silenzio… io non ho tempo di commuovermi… non voglio perdermi nemmeno una nota, ma ammetto che questa canzone mi fa entrare sempre in un mondo tutto mio…. e alla fine si alza in piedi tutta la sala …Vale ci guarda commosso e parte un lungo interminabile caloroso applauso…. quasi come un generale abbraccio. Si era creato qualcosa di particolarmente speciale e magico che ci univa tutti in quella sala.
    Poi “ Ricordati di noi”, “Domani”, “Esisti tu” e “Libero” che ci ha scatenate tutte al ritmo delle mani, “Per tutte le volte che” che ci ha ricordato ansia e gioia provate per la grande vincita del Festival di Sanremo.
    Nel buio noto che tante ragazze hanno in testa dei capellini di Natale che si illuminano ad intermittenza…. che bel colpo d’occhio… fa proprio Natale!!
    Ad un certo punto Vale voleva sedersi…Christian gli porge una sedia, lui fa per sedersi ma si rende conto che è proprio brutta brutta e la restituisce dicendo che preferisce stare in piedi. Un vocina gli suggerisce di sedersi sulla palla della scenografia…. “su quella? Sai che fine farebbe? Costa tanto quella pallina e non è manco mia!”
    E riferendosi al suo ultimo CD parla del senso della diversità e dell’essere così diverso… di solito dice “la diversità viene catalogata in negativo… ma è bello essere diverso dalla massa …spesso i luoghi comuni e le tendenze piacciono… io per esempio mi reputo abbastanza fuori dal comune”…qualcuno gli urla “unico” e lui…”ma io parlo caratterialmente non artisticamente” poi fa una faccetta sbarazzina e puntualizza “anche artisticamente però!”…e ride. Si fa serio e riprende dicendo “oggi piace di più chi fa buon viso a cattivo gioco… io invece faccio cattivo gioco e cattivo viso …capito!” Grande applauso e grande stima! Anche se questo suo essere se stesso gli è costato molto caro…. a volte troppo!
    Poi chiede un applauso speciale per farsi perdonare da Martino, che lo accompagna al piano, “visto che oggi alle prove gliene ho dette di tutti i colori e l’ho persino criticato per l’estetica”…povero Martino ha una faccia così simpatica e arriva “Amami” il primo singolo del CD “Così Diverso”.
    Segue “Libera Mente”, “La mia coperta sul cuore”, “L’amore Cambia”, “Mio”, “ Dove sei”, “Se è vero che ci sei”, “Rondine”…di alcune ne fa solo un pezzetto ma va bene, così ci accontenta tutte e quando attacca “Dicitencello Vuje” il pensiero vola … Carmen…. questa è per te!
    Io ritorno in apnea con “Someone like you” e “Total eclipse of the heart” quanto mi piacciono queste canzoni cantate da Vale! Ad ogni cover lui dà un’impronta personale arricchendola di classe ed eleganza e non fa mai rimpiangere l’originale.
    Poi in tantissime avevamo richiesto (dopo quei famosi 17 secondi di “Io Canto) “Pride (in the name of love)” e fa tremare l’Auditorium con una strabiliante interpretazione ….. mamma mia cos’è stato in questa canzone… e sono stati applausi a non finire… tutto l’Auditorium in piedi. Quel suo mordicchiarsi continuamente il labbro la dice lunga sulla sua commozione e stavolta ha lasciato intravedere un po’ di più i suoi stati d’animo che tendenzialmente, per pudore, cerca di nascondere ma che noi ormai sappiamo leggere più di quello che vorrebbe.

    …….segue…….

  14. nadiaVeneZia ha detto:

    ROMA – Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli
    17/12/2012 Concerto di Natale “And so this is Christmas”
    Terza parte

    Ma non finisce qui… chiede “che brano è stato la colonna sonora del “Così Diverso tour?” come al solito le ragazze ne dicono di ogni e finalmente tutte urlano il titolo storpiandone la pronuncia e lui ripete ridendo e scuotendo il capo “or bai mai self” poi cerca la concentrazione ed intona “All by myself” … della serie quando la voce raggiunge l’impossibile!
    Esce…. giusto il tempo di raccogliere i capelli in un particolare codino e risuonano le note di
    “Go the distance” io non l’avevo mai sentita ma cantata da lui questa canzone che fa parte della colonna sonora del cartone animato “Hercules” è bella da togliere il fiato …leggetevi la traduzione del testo (che posterò alla fine del resoconto) e vedrete come pensata dedicata alla musica gli calza a pennello…brividi brividi brividi!
    E’ il momento dell’ospite d’onore….”la mia amica Ivana Spagnaaa” Viene accolta da un calorosissimo applauso e lei racconta il loro incontro quando Valerio, ancora piccolino, con la sua meravigliosa voce è riuscito subito a conquistarla fino alle lacrime. Spagna ha gran belle parole per Valerio “Ma quanto è bravo? Mamma mia…eri piccolino ma avevi un cuore che era grande come questo teatro” e duettano le colonne sonore dei cartoni animati del “Re Leone” “Il cerchio della vita” e di “Alladin” “A whole new world” alternando potenza e dolcezza… che bello vederli cantare insieme e che bello saperli amici in un mondo musicale così falso ed ipocrita!

    Poi ci interroga, parlando di “Amici” Valerio dice “Spesso mi chiedono con chi sono rimasto in contatto? Chi vorresti con te sul palco?” porge il microfono verso di noi e tutto il teatro risponde “Silvia Olariiiiiiiiiiii” caspita come si è fatta carina, è elegantissima e scherzano sui tacchi alti di lei e Vale per sembrare più alto salta sopra la pedana dei coristi e ridono prendendosi un po’ in giro. Lei lo ringrazia per la sua amicizia sincera e ricordando che la loro edizione di Amici è stata la più bella e la più completa, scherzano sulle lacrime versate da Valerio per l’uscita di Silvia dal programma e lei guardandolo con affetto ricorda anche che 15 giorni prima della sua entrata nel programma Valerio le aveva scritto su Myspace “Ciao Silvia ci siamo visti ai casting…in bocca al lupo, spero che riuscirai ad entrare”, in effetti Vale l’ha sempre stimata. Lei è bravissima…. ottimo il feeling nel duetto di “The Beauty and the Beast” tratta dal cartone animato “La Bella e la Bestia”.

    Prosegue con altre cover “I love the lord” molto bella non la conoscevo. E quante variazioni… che padronanza vocale indescrivibile, frutto di una maturità acquisita in questi anni. Vale non finisce mai di stupirci con la sua bravura… è proprio una forza della natura. E poi la meravigliosa “Hallelujah” su questa canzone Vale riesce sempre a farmi emozionare.

    Ad un certo punto annuncia “faccio entrare degli ospiti … non fate casino” e sulle note di una ninna nanna trascina al centro del palco una slitta con i 5 cuccioli (ecco a cosa gli serviva la slitta quando la cercava su twitter!!!) “visto che ormai questi bambini fanno parte della mia vita ve li presento” Un piccolino voleva scendere e lui “guarda che se scendi ti rubano”. Una ragazza “me ne dai uno?” “Seeee…” Poi ce li presenta uno alla volta Bisonte… spocchioso e monello fa sempre quello che gli pare (ah ah chissà a chi assomiglia?), Bimbo ciccione, gemello piccolo, Cassandra “l’unica femminuccia uguale alla madre… una pazza me la voleva portare via” e poi il più piccolo di tutti… ce li ha presentati con un tenerezza infinita poi ritrascina la slitta dicendo “sembra che stiamo facendo quark” …una risata generale …ti spiazza proprio quando fa così! Certo che farli entrare con la slitta è stata proprio un’idea geniale che solo lui poteva avere ed è stata l’ennesima dimostrazione di come gli piace renderci partecipi della sua vita.

    Poi il colpo di grazia… è stato meraviglioso sentirlo cantare i brani di Natale. Valerio racconta “da tempo avevo intenzione di organizzare un concerto all’Auditorium e poi ho pensato: perchè non fare un concerto di Natale?… e questo è stato il regalo reciproco che io ho fatto ai fans ma che voi fans avete fatto a me, perché forse neanche la prima volta era così piena questa sala. Quindi grazieeee!” E tra applausi e occhi lucidi intona “Silent night“, “Happy Xmas“ “O Holy night”, “Santa Claus is coming to town”… proprio momenti magici!

    E per concludere tripudio finale con “ We are the world” … chiede se può salire assieme ai coristi ma poi non aspetta risposta e tra le risate e una sua tipica faccetta dice “e io salgo lo stesso” e canta assieme ai coristi per i quali chiede “ma quanto sono bravi?” Effettivamente sono molto tutti molto bravi … e la bionda ha proprio una voce strepitosa.

    E poi i saluti finali in allegria con “Oh Happy Day” dove presenta orgoglioso i coristi e la sua band con menzione particolare per Martino per il quale fa anche finta di dimenticare il nome.
    Inchino finale e poi “Ma quanti sieteeeee?? E’ più pieno dell’anno scorso alla faccia di chi non ci credeva Tiè” il tutto accompagnato da un gesto significativo.
    Certo che col sold aut di questo live Valerio ha dato uno schiaffo morale a chi tanto lo ha tanto criticato e a chi non ha creduto in lui!

    Ed esce… escono tutti… è tutto finito… si era dato tanto ma egoisticamente tutti speravamo in un ritorno… in qualche bis… Io non lo so voi ma avrei voluto non finisse mai… sarei stata ore ed ore ad ascoltarlo senza mai stancarmi.
    Alla fine nessuna di noi se ne voleva andare e siamo rimaste a parlare nell’atrio dell’Auditorium ma presto ci hanno invitate ad uscire… ma con la mente e con il cuore siamo rimaste li!

    Chi non era presente purtroppo non riuscirà mai a capire l’emozione, la gioia e il calore palpabili che si respiravano dentro quella sala… c’era tutto il nostro affetto e l’immensa stima che proviamo verso quel ragazzo a volte maturo a volte spocchioso… ma che merita molto più di quello che finora gli è stato riconosciuto.
    Nessun video e nessuna foto potrà mai rendere l’idea di quanto vissuto in quel teatro.
    ……..segue…….

  15. nadiaVeneZia ha detto:

    ROMA – Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli
    17/12/2012 Concerto di Natale “And so this is Christmas”
    Quarta parte

    All’uscita dall’Auditorium stavamo ancora ricordando la magia appena vissuta e Stefania la ragazza del B&B, è rimasta talmente contenta e stupita di come Valerio ha tenuto il palco per ben 3 ore che a fine concerto è andata a congratularsi con i genitori di Valerio e ha detto che ora capisce perchè facciamo tanta strada per vedere un suo concerto.
    E poi che tenero vedere Giulia, la figlia di Monica emozionata e con gli occhi “a cuoricino” per quello che aveva appena vissuto e che soddisfazione sentire Nicola (marito di Monica) che, inizialmente scettico, entusiasta continuava a dire che Valerio era stato veramente eccezionale… ora anche lui, come Dino (il marito di Patrizia) è un grande estimatore di Vale.

    Ma ecco che esce Ivana Spagna che viene subito affettuosamente da noi circondata…che carina lei si è fermata a chiacchierare un po’ con le fans di Vale che non finivano più di farle i complimenti… lei mi è sembrata molto gentile e alla mano.
    Poi esce una macchina nera con i vetri oscurati …a bordo c’è Silvia ma dicono ci sia anche Vale…noi non possiamo fermarci perché Monica ci sta chiamando a gran voce …ha ricevuto la telefonata di Stefania che ci doveva riportare al B&B… “daiiiii…sbrigatevi sbrigateviiiii”… ma poi sparisce e la ritroviamo incollata alla macchina di Vale che bussa al finestrino per dirgli ancora una volta tutta la sua ammirazione… beh Vale che abbassa il finestrino per lei non ha prezzo!
    Riusciamo a strapparla via e quando torna in sé e ricorda che Stefania ci sta aspettando mette il turbo e in un attimo siamo in macchina. Essendo in tanti Stefania ci ha riportati al B&B in due volte e ha fatto fare fare un piccolo tour notturno al primo gruppo e un mega tour al secondo gruppo… indovinate io in che gruppo ero? ih ih… solo che eravamo in 4 dietro e ogni tanto ci si fermava per ammirare i vari posti di Roma illuminati a festa… bellissimo… entravamo e uscivamo praticamente col calzascarpe … che ridere.
    Direte … tutto qui?… eh no!
    Oltre a portarci a San Pietro, Trastevere, l’Isola Tiberina, la bocca della verità (saprei io a chi far mettere dentro la mano…sai quanti moncherini?), varie chiese e varie ville di artisti e altri posti che ora non ricordo, raccontandoci di volta in volta un po’ di storia di Roma, ci ha portati in un posto alquanto isolato dove, se non ricordo male, c’è la Sede dell’Ordine dei Cavalieri di Malta con un grande portone…. un posto molto suggestivo… ma c’era una macchina ferma con i fari accesi… mamma mia … ho pensato adesso scendono e ci rapinano…. seeeee che ridere era una coppietta che si era appartata e noi siamo andati a rompergli le uova nel paniere… ah ah ah
    Stefania  ci ha fatto guardare a turno dentro un buco sopra la serratura del grande portone e… cavolo che meraviglia… in lontananza attraverso la villa si vedeva in prospettiva San Pietro tutto illuminato.
    Alla fine è scesa pure la coppietta per capire cosa cavolo stavamo guardando e siamo tutti scoppiati a ridere.
    Siamo andati a letto alle 3 dopo aver fatto man bassa di tutto il ben di Dio che Stefania ci aveva lasciato da mangiare.
    Al nostro risveglio Patrizia e Dino già erano ripartiti. Stefania è tornata a salutarci e ci ha pure ringraziato perchè tutto ciò l’ha fatta reagire e guarire prima  tanto da lasciare a casa la stampella. Ci ha fatto pure un regalino a tutti perchè ha detto che le abbiamo portato il buonumore e le abbiamo aperto un mondo che lei non conosceva e ha
    voluto il link per entrare in pagina ufficiale di Valerio.
    Dopo grandi abbracci con Monica e family noi tre impavide siamo partite per il giro turistico per Roma… ci siamo perse non so quante volte ma alla fine ce l’abbiamo fatta… che bella che è Roma e a ricordo Lia mi ha immortalata vicino a un vaso gigante di Nutella!
    Poi arriva sera… il ritorno… i commenti con le altre fans in treno e mentre scrivo tanta nostalgia… ma so che a Roma ci ritornerò…torneremo tutte all’Auditorium… non c’è due senza tre!

    …..segue……

  16. nadiaVeneZia ha detto:

    ROMA – Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli
    17/12/2012 Concerto di Natale “And so this is Christmas”
    Quinta parte – Conclusioni

    Mamma mia è stato la perfezione della semplicità del suo essere unico, ha eseguito una scaletta da togliere il fiato, di tutto rispetto, veramente imponente eseguita con qualità vocali e tecniche davvero eccellenti sia per quantità che per varietà di generi e di stili dei pezzi spaziando dal pop al rock, dal soul al gospel all’ R&B e mostrando anche la sua anima black. Ci ha fatto respirare musica… passando tra bassi, acuti e filati che fin dall’inizio mi hanno fatto tanto apprezzare la sua voce. Ha cercato di soddisfare tutte le nostre richieste cantando senza sosta per circa 3 ore con una voce sorprendente. Io ero strabiliata dall’instancabilità vocale e ogni tanto pensavo… ora esce a riposarsi ma lui attaccava un altro brano e la sua voce anziché risentirne migliorava. La sua voce, indiscussa protagonista su quel palco ricca di suoni e colori , potente e calda è arrivata dritta al cuore lasciandoci spesso senza fiato.

    Ricordo il countdouw iniziato più di due mesi prima
    I video delle prove che ci facevano morire dal ridere come quello dove ha imitato Spagna e i vari indovinelli dove ci provocava per indovinare che canzoni avrebbe cantato che ci facevano morire di curiosità.

    Certo che questo ragazzo è eccezionale… ci ha avvolto con la sua musica è riuscito a raccontare con fierezza la sua vita artistica sottolineando il suo percorso musicale in un escursus da quando a 8 anni ha cantato la prima canzone su un palco e via via fino alle emozioni positive e negative donandosi senza riserve con canzoni scelte ad hoc scegliendo testi a tema che la dicevano lunga sulle sofferenze che ha dovuto sopportare e il suo grido che vuole farcela anche da solo….che lui non molla!
    Ha dato un senso dall’inizio alla fine di ogni canzone… con la sua mano che sottolineava ciò che provava. Visto che non conosco l’inglese sono andata a tradurre i testi e guai se lo sapevo finchè ero all’Auditorium… ora capisco l’emozione di tante persone… ho visto persino uomini arrivare a commuoversi.

    E’ stato fantastico vedere un Valerio semplice, raffinato, elegante, solare e mai banale brillare di luce propria calcando quel palco con una padronanza che non gli avevo mai visto, che controllava con nonchalance che tutto filasse come doveva, con quel microfono stretto in pugno ormai parte integrante della sua vita e sentire in quel Teatro la vocina di lui piccolino “me lo comperi un microfono …. ma vero eh”…..e questo ci fa dire una volta in più di non lasciare mai quel microfono perché se per lui è vita per noi è gioia.

    E’ stato bello osservare la sua soddisfazione con tutto il pubblico spesso in piedi ad applaudirlo in standing ovation per la sua immensa bravura… applausi sinceri che arrivavano dal cuore non come quelli pilotati negli studi televisivi.
    Il suo sorriso finale, la soddisfazione e l’orgoglio sul suo volto è una cosa che voglio rivedere ancora.

    Eh si, Vale stavolta ti è arrivato forte e chiaro l’affetto sincero dei tuoi fans… e come al solito, ma stavolta di più, hai dato un senso ai nostri sacrifici fatti pur di essere presenti.
    Io sono sempre più convinta che seguirlo artisticamente è stata la scelta migliore!

    E poi i suoi ringraziamenti su Twitter…abbiamo dovuto aspettare qualche giorno perchè anche lui come noi doveva metabolizzare…non riusciva a tradurre in parole ciò che aveva provato… poi il suo messaggio
    “Dirvi GRAZIE potrebbe sembrare quasi scontato, ma non lo è!!!
    Questo concerto mi ha regalato delle emozioni che non avevo mai provato prima e che sicuramente non potrò dimenticare…al di sopra di ogni mia aspettativa … tutto è stato perfetto … 🙂
    Voi siete stati strepitosi…la mia band insuperabile, i miei coristi formidabili, tutto il mio staff è stato straordinario…
    Ma, vi anticipo che, non ho ancora terminato con i regali di Natale per VOI, quindi…aspettatevi nuove e grandi sorprese 😉
    A presto e un bacio enorme a tutti…
    …GRAZIE ancora!!!
    Valerio”
    Ecco… ora in attesa delle sorprese promesse aspettiamo il DVD per fissare indelebile la magia vissuta in quel Teatro.
    ….Eh si per Natale “And so this is Christmas” è stato il “regalo mio più grandeeeee!” e dall’Auditorium non sono andata via un pezzettino di cuore è ancora nella Sala Sinopoli e nei momenti grigi io con la mente ci ritorno. E dopo questo concerto non possiamo che urlare ancora più forte quanto siamo fieri di lui.

    • Perla ha detto:

      GRAZIE GRAZIE GRAZIE NADIA 🙂 è BELLISSIMO !!!!! MI HAI FATTA TORNARE INDIETRO NEL TEMPO… HO RIVISSUTO QUELLA GIORNATA FANTASTICA E SOPRATUTTO QUEL CONCERTO MEMORABILE CHE NOI PORTEREMO A VITA, STAMPATO NEL CUORE ❤ LEGGENDO QUESTO STUPENDO RESOCONTO MI SONO EMOZIONATA, COMMOSSA… MA ANCHE DIVERTITA 🙂 è VERAMENTE MERAVIGLIOSO… SOLO GRAZIE NADIA ❤

      • nadiaVeneZia ha detto:

        Di niente Perla…mi perdo anch’io a rileggerlo… è stato bellissimo essere ma tanto hai visto? Si ritorna presto lì con il nuovo live in acustico.

    • CRISTINA ha detto:

      CHE MERAVIGLIA NADIAAA!!!!! IL TUO RESOCONTO è BELLISSIMO E SUPER DIVERTENTE!!!!! 🙂 MI HAI FATTO PIEGARE IN DUE DALLE RISATE…..SEI TROPPO FORTE 😉 😉 E POI è DETTAGLIATISSIMO …BELLISSIMO ED E MOZIONANTE….!!!!!!! ADORO I TUOI RESOCONTI….MA STAVOLTA ZIETTA TI SEI SUPERATA ALLA GRANDEEE!!!! COMPLIMENTI VERAMENTE ZIETTA E GRAZIE DI CUORE….!!!! MI HAI FATTO RIVIVERE TUTTI I MOMENTI INDIMENTICABILI DI QUEL FANTASTICO LIVE CHE NON DIMENTICHERò MAI… PERCHè IMPRESSO NEL CUORE!!!!!! GRAZIEEEEE 🙂 🙂

      • nadiaVeneZia ha detto:

        Ciao Cris….speciale è stato il concerto …speciale doveva essere il resoconto. Sono felice che ti sia piaicuto

  17. nadiaVeneZia ha detto:

    Traduzione “ GO THE DISTANCE ”
    Spesso ho sognato un luogo lontano
    Dove mi aspetta un benvenuto da eroe,
    Dove le folle esulteranno al vedere il mio volto
    E una voce continua a ripetere che quello è il posto dove io dovrei stare
    Un giorno o l’altro sarò lì, posso andare lontano
    Troverò la mia strada se saprò essere forte
    Conosco ogni miglio di strada sui cui vale spendere il mio tempo
    Quando vado lontano sono proprio nel posto a cui appartengo
    Lungo una strada sconosciuta vado incontro al mio destino
    Per quanto quella strada possa essere tortuosa, mi porterà da te
    E aspettare mille anni varrà la pena,
    Potrò metterci una vita intera ma in qualche modo ne verro’ fuori
    E non mi guarderò indietro, io posso andare lontano
    Resterò sulla pista, non accetterò la sconfitta
    è una salita ripida, ma non voglio perdere la speranza,
    Finché non andrò lontano e il mio viaggio sarà completo.
    Ma guardare cosa c’è dietro alla gloria è la parte piu’ difficile
    Perché la forza di un eroe si misura dal suo cuore.
    Come una stella cadende, io andrò lontano
    Cercherò nel mondo, affronterò i suoi pericoli
    Non mi interessa quanto lontano, io posso andare lontano
    Finché non troverò il mio benvenuto da eroe, che mi attende fra le tue braccia
    Cercherò nel mondo, affronterò i suoi pericoli
    Finché non troverò il mio benvenuto da eroe, che mi attende fra le tue braccia.

  18. nadiaVeneZia ha detto:

    Milano 25/02/2013 – Teatro Elfo Puccini – Sala Shakespeare
    Live in acustico – Tour 2013 – Data zero
    Prima parte

    E si parte per una nuova avventura. Milano ci aspetta per la data zero del Tour Live in acustica.
    Stavolta viene anche Carla, la nostra new entry, su FB abbiamo scoperto di abitare vicine e di condividere le stesse idee sulla fantastica voce di Valerio.
    Lei arriva carica di cioccolatini per tutte… ma io sono a dieta (sigh sigh)…. beh li terrò per i momenti tristi quando comincerò con la mia teoria di ingannare l’organismo. Anche Carla segue Valerio dall’inizio e lo stima quanto noi, solo che per lei il primo live è stato il mega concerto di Roma… capirai… ha iniziato dal migliore in assoluto.
    Alle 14 in punto tutti presenti (io, Carla, Lucia, Patrizia e Dino il mitico “Scanuautista”) e si parte.
    Per tutta la settimana ho torturato il cell. con le previsioni meteo di Milano… un giorno segnava cielo coperto, un giorno neve, un giorno pioggia (certo che i metereologi non hanno le idee molto chiare). Temiamo tanto di trovare la neve ma il messaggino di Simo di Milano ci tranquillizza, pur avendo nevicato le strade sono pulite, solo un po’ di pioggerellina…. meno male. Il viaggio scorre liscio chiacchierando… chiacchierando… chiacchierando… povero Dino, il prossimo regalo: tappi per le orecchie!
    Il tempo di parcheggiare la macchina e ci precipitiamo a vedere dove si trova il teatro, c’era già parecchia gente in attesa. Cerco Lia… messaggino “dove sei?” Lei mi risponde “fuori del teatro”…”ah ah anche noi”….! Così si riunisce l’intera combriccola e decidiamo di andare a vedere il Duomo che, all’uscita dalla Metro, ci appare all’improvviso… wooow che colpo d’occhio era la prima volta che lo vedevo…wonderful! Individuiamo anche il balcone da dove andava in onda TRL con la Santarelli ricordate? Valerio era invitato molto spesso… quanti ricordi… lui era sempre molto richiesto e acclamato… che peccato che abbiano sospeso quella trasmissione che dava visibilità ai cantanti emergenti!
    Poi un monumento cattura la mia curiosità, non riuscivo a capire bene cos’era… a me sembravano dei delfini in una danza d’amore…. ci avviciniamo e capirai… era un monumento dedicato all’arma dei carabinieri… erano fiamme e non delfini… sarà… però la mia interpretazione era più romantica!
    All’improvviso mi rendo conto che mi fa un male boia ad una mano… dovete sapere che Lucia ogni tanto non trovava più i biglietti del Teatro così li aveva consegnati a me e io per paura che mi portassero via la borsetta la tenevo talmente stretta che mi era venuto un crampo!
    Abbiamo fatto un giretto della piazza, lì si trovano dei bellissimi negozi, ma l’attenzione era rivolta ad altro perciò torniamo nei pressi del teatro per mangiare (io sono stata bravissimissima…solo 1 pezzetto di pizza e una piccola macedonia… in fondo sono a dieta no?… arriveranno tempi migliori! Del resto 10 kg in più non sono poi pochi e la dottoressa ha detto che bisogna pensare anche alla salute… però non capisco… per la salute????…. prima io “scoppiavo” di salute!).
    Ma ecco che si entra in Teatro… purtroppo anche stavolta siamo un po’ sparse qua e là ma il teatro era tutto in salita e la visuale era splendida comunque. Vado alla ricerca dei nostri posti ma mi accorgo che sono già occupati… oh ma che fanno questi?… chi sono?… cosa vogliono?… poi mi rendo conto che erano Patrizia, Lucia e Dino… nooo veramente… non sto bene… che dipenda dalla dieta?
    Nell’attesa sono scesa per salutare le tante amiche, in particolare la nostra Figurilla (si lo so si chiama Simona ma a me piace continuare a chiamarla così. Lei mi ha raccontato che la prima volta che è andata da Vale per un autografo quando le ha chiesto il nome e lei ha detto Figurilla lui l’ha guardata alzando il sopracciglio dicendole “ma veramente ti chiami così?” ah ah mi sembra di vedere la scena). Io e lei ci troviamo spesso a gareggiare su Ruzzle… mi sa che lei è più forte ma sto migliorando.. e poi non vale loro sono due contro una! In teatro lei è arrivata col marito e col suo bellissimo pancione…. e il piccolo futuro scanino Ivan si è beccato le mie coccole!
    Poi sono scesa a salutare la mitica Ivana per prendere accordi sul live di Locarno e Platy mi è passata proprio vicino vicino… non l’avevo nemmeno riconosciuto ho solo pensato chi è sto grassone? Per carità nulla contro chi è “in carne” (anzi di solito mi stanno molto simpatici) l’ho pure guardato ma non riconosciuto subito, probabilmente mi aspettavo arrivasse tutto agghindato, poi quando quella massa informe è andata più avanti a sedersi in prima fila mi sono ricordata che poteva essere lui…. il Coruzzi… mi è salito un conato di vomito ma per rispetto a Vale l’ho ignorato… di più non sono riuscita a fare… e Vale non può chiedermi di più… punto! Anche il pubblico è stato bravo a non fischiarlo, l’ha ignorato trattandolo con una indifferenza che pesava più che un insulto. Si è “stravaccato” sulla poltrona in prima fila (mah avrà pensato fosse una chaise-longue) e da lì non si è più mosso.
    Irene gli è passata davanti e lui ha ritratto di scatto i piedi con un senso di sofferenza così le ho chiesto se l’aveva pestato… lei ridendo mi dice di no ma probabilmente il suo e nostro pensiero si è materializzato in quello che in tante avremmo voluto fare.
    Poi sono andata alla ricerca di chi ha partecipato al contest per farmi un po’ raccontare l’incontro che ha preceduto il concerto tra fans e giornalisti. Valerio ha risposto alle tante domande che la giornalista del giornale “Nuovo” ha voluto facessero proprio le fans toccando vari argomenti come la sua assenza dal festival di Sanremo di quest’anno. Valerio ha detto che principalmente non ha partecipato vista la mancanza di uno staff adeguato e dal non avere pronta una canzone adatta alla manifestazione. Si è parlato della decisione di occuparsi in proprio della sua attività professionale, dei concerti in teatro che dice averli pensati per dare un prodotto più di spessore e che saranno tutti diversi uno dall’altro e che verso l’estate introdurrà delle novità che nessuno si aspetterebbe…woooww! E poi l’uscita a marzo del cd/dvd del suo concerto di Natale, già rivelato in anteprima, durante la sua recente ospitata a Verissimo. Purtroppo non conterrà l’inedito che aveva pensato di mettere perchè ha preferito conservarlo per il prossimo CD la cui uscita non è ancora prevista …. bisognerà pazientare in quanto al momento è impegnato nella ricerca dei brani.
    Le fans hanno raccontato alla giornalista che di Valerio e del successo dei suoi tour non si parla mai pur avendo fatto dei sold out al Blue Note e all’Auditorium. Lei ha detto che purtroppo a suo tempo non era stata invitata… certo proprio bravi quelli della casa discografica ed organizzatori…Vale meglio che in attesa di uno staff con i controc……i ti organizzi da solo e, visti i risultati direi che chi fa da se fa per tre!
    Poi ritorno al mio posto, un controllo al cell… la batteria era ricaricata al massimo e avevo tenuto 60 minuti di traffico telefonico visto che avevo promesso qualche canzone in diretta a Monica e a Sara che purtroppo non erano riuscite a venire… ma già mi accorgo che qualcosa non va… non c’è la linea… nooooo…. Ma ecco … sono le 21.20 e……………………

  19. nadiaVeneZia ha detto:

    Milano 25/02/2013 – Teatro Elfo Puccini – Sala Shakespeare
    Live in acustico – Tour 2013 – Data zero
    Seconda parte

    Sono le 21.20, finalmente si abbassano le luci e partono le note di “ARIA COLORATA”. Tutti si aspettano che, come al solito, Valerio “appaia” all’improvviso sul palco ma, a sorpresa, scende dall’alto delle scale tra gli applausi del pubblico affiancato da Luca Spanu e un altro body gard e, a detta delle fortunelle sedute a fianco delle scale, lasciando una gradevolissima scia di profumo.
    Look elegante e giovanile: pantaloni fighi neri con bretelle calate sui fianchi, scarpe nere molto trendy, camicia bianca, un raffinato papillon e capelli ok… raccolti in un coda sbarazzina per non dare adito ai soliti commenti cretini.
    Una cornice scenografica volutamente minimalista dai tratti raffinati ed eleganti. Sul palco solo la strumentazione, dei bravissimi musicisti e la sua splendida voce. Un “occhio di bue” non lo ha mai lasciato incorniciandolo di una luce che ogni tanto cambiava colore.
    Vale ci guarda orgoglioso e saluta il suo pubblico “Buonasera Milano…come state???” – “Beneeeee” – “Benvenuti tutti a questa prima tappa… grazie mille… Saremo VOI, IO e la MIA MUSICA”… e noi non chiediamo nulla di più! Prosegue con “CREDI IN ME” bellissima, più originale, riarrangiata completamente.
    Poi riferendosi al papillon dice “avevo promesso di tenerlo per almeno due canzoni… ora devo togliermi sto coso… devo cantare…” e se lo fa togliere da Martino. Ed è un tuffo nel passato con “DOPO DI ME” che col nuovo arrangiamento diventa più credibile. Anche “RICORDATI DI NOI” svecchiata è resa ancora più bella.
    Poi un discorso “Ho voluto dedicare questa prima tappa del tour a tutte le donne vittime di violenza perché siamo nel 2013 e ci sono tutti gli strumenti necessari per difendesi e combattere questo fenomeno… sui giornali si legge ogni 3 giorni che una donna viene uccisa… bisogna debellare queste violenze… per cui difendetevi e soprattutto non abbiate paura di denunciare”.
    Saluta le 3 associazioni invitate e le ringrazia per aver partecipato.
    Il pubblico tutto applaude orgoglioso perché anche stavolta la sua speciale attenzione sul sociale è quel qualcosa di diverso che lo rende unico.
    Ma arriva un imprevisto… un disturbo alla strumentazione audio…TOC TOC TOC… Vale si gira verso i musicisti “è uno scherzo vero? Ditemi che lo sento solo io!” ma il pubblico ridendo dice di noooo….”che facciamo? Cos’è sto clic? cos’è sta cosa che frigge?”… per fortuna il disturbo com’è arrivato se ne va e riparte con “DOMANI” e anche il solito maglione dentro il cartone stavolta sembra steso al sole.
    Io non voglio arrendermi e riprovo a chiamare Monica e Sara… queste canzoni meriterebbero di essere ascoltate anche da casa, ma niente… il mio cell. non ne vuole sapere, non prende la linea e interrompe sempre la chiamata… ho pensato che il teatro fosse schermato… ma che rabbia poi leggere che altre ci sono riuscite… maledetta Wind!
    Mi riconcentro sulle canzoni anche perché attacca un sound da brividi…“NON C’E’ PIU’” stupenda!… Poi “SENTIMENTO” dice “questo è il brano al quale sono più affezionato” eh Vale dillo a noi… adoriamo questa canzone. Saranno anche passati 4 anni ma questa canzone è sempre una carezza tra anima e cuore… inizia suonando al piano le prime note…”visto che bravo”? Ed è un’esecuzione da standing ovation.
    Come al solito ha cantato senza interruzioni poi dice “ora faccio una cosa che non ho mai fatto … e siccome c’è sempre una prima volta… io bevo… vi do due secondi le spalle” beve un sorso d’acqua e racconta “Il prossimo brano Martino mi ha quasi supplicato di metterlo in scaletta… questo brano è tutto per te Martino … sei soddisfatto?… E voi siete soddisfatti?”… che domande!…. e canta “RONDINE” strepitosa questa interpretazione… tanto da far commuovere Patrizia e io, una volta in più, capisco perché adoro questa voce.
    Prosegue con “ESISTI TU” quanto mi piace questa canzone … anche qui stravolge arrangiamento e stile… con batteria e percussioni… wooow che musica… ottimi i musicisti… che arrangiamento pazzesco!
    Anche de “LA MIA COPERTA SUL CUORE” ne fa un’esibizione più matura… com’è cresciuto sto ragazzo… ricordate il suo imbarazzo le prime volte che la cantava?
    Poi ci racconta “Prima durante l’incontro con i fans mi hanno chiesto: perché non hai fatto Sanremo?… Perchè ho fatto altre cose! Però quest’anno quando è iniziato Sanremo un po’ ho ha sentito la nostalgia… gli anni precedenti no …, per smaltire ci sono voluti 3 anni… tornerò il prossimo anno??? Booh! Intanto ci sono stato 3 anni fa con questo brano” “PER TUTTE LE VOLTE CHE” che nonostante tutte le critiche sul far l’amore in tutti i luoghi in tutti i laghi continua ad essere un tormentone. E neanche a dirlo lo canta tutto il teatro.
    Continua con un intensa interpretazione di “TRASPARENTE” woow troppo bravo! Ripropone “POLVERE DI STELLE” e “L’ASSOLUTO”… quanto mi mancavano queste canzoni, questi nuovi arrangiamenti sono eccezionali sembrano tutte canzoni nuove… pure “AMAMI” è diventata più bella.
    Poi si avvicina al piano e Martino si alza per lasciargli il posto ma lui da in piedi accenna le prime note, qualcuno gli urla bravo, lui ringrazia e dice “noi facciamo un sacco di esperimenti col piano… vado??? Pronti???… una nuova melodia… ma cos’è??? E quando capiamo trattarsi di “MINUETTO” si leva un oooohhhh di stupore generale.
    Questo omaggio a Mia Martini, pur non essendo di facile interpretazione soprattutto da parte di un uomo, è stato davvero coinvolgente…. è stato un colpo al cuore… è stato emozione e sentimento allo stato puro… mamma mia cosa sono stati quei bassi e i quasi parlati… è entrato nel pezzo con una sensibilità d’animo che pochi possiedono tanto da arrivare a commuovere anche MauroPlaty che l’ha pure ripreso col cell. e alla fine una ragazza si è avvicinata al palco e gli ha donato un fiore! ….. segue

  20. nadiaVeneZia ha detto:

    Milano 25/02/2013 – Teatro Elfo Puccini – Sala Shakespeare
    Live in acustico – Tour 2013 – Data zero
    Terza parte

    Valerio riprende la parola “Visto che più o meno siamo in dirittura d’arrivo” (e il teatro si leva in un NOOOOOO corale) “spero di non aver deluso nessuna aspettativa”… deluse??? Vale vuoi scherzare?… sei sempre più una certezza per noi che ti seguiamo all’inizio, tu non deludi mai regalandoci sempre qualcosa di nuovo ma come avresti potuto deluderci? Siamo fierissimi di te, anche stavolta hai fatto tutto da solo investendo su te stesso e sei stato molto convincente.
    Prosegue “Adesso vi presento la band … è il secondo concerto che facciamo assieme…direttore musicale nonché quello che combina più casini… non vi dico cosa ha fatto oggi!… Martino Onorato” che faccia sbarazzina… troppo simpatico Martino.
    “Alla Chitarra Stefano Profazi… al basso sapete come lo chiamiamo? Pshico… ma non per scherzo eh… Roberto Lo Monaco” Poi riferendosi alla musichetta in sottofondo ”possiamo anche prenderci un aperitivo con questa musichetta… alla batteria fa pure rima … Alessandro Pizzonia”.
    E ringrazia tutti: ufficio stampa, il suo manager (Ugo Cerrutti compagno di Ivana Spagna) e tutto il suo staff, “ringrazio tutti voi e poi ringrazio anche me… dai mi ringrazio da solo” ed esce tra un nooooo generale ma l’impunito soddisfatto ridacchia come per dire tanto lo sapete che torno.
    Io al momento non avevo capito questo suo ringraziarsi da solo ma poi su twitter quando ha postato “Ringrazio tutto lo staff della mia quasi ex casa discografica per aver presenziato (spiritualmente) al mio concerto di Milano…‪#vergogna” ho capito tutto… che schifo!
    Torna tra gli applausi con “PIOGGIA E FUOCO”, che ultimamente aveva abbandonato, piano e voce … che spettacolare esibizione… arrangiamento che ti cattura l’anima ad ogni parola, ad ogni sussurro… da farti saltare sulla poltrona… mi è sempre piaciuto tanto questo brano…ora di più e che cos’è stato quel “mai” finale!
    Conclude con la sempre bella “LONTANO” e si chiude il sipario. Ma si riapre tra gli incessanti applausi con la splendida “ALL BY MY SELF” strabiliante l’acuto finale… mi sa che, nonostante la calvizie, sia riuscito a spettinare pure Platy.
    E arrivano i saluti finali…”grazie… ringrazio i miei graditissimi ospiti… grazie Mauro di essere venuto… grazieeeeeee vi aspetto a Roma eh” e stavolta è proprio finito. Sono le 11 meno 10… troppo troppo presto! Si spengono le luci e se ne va tra i nostri applausi nonostante i nostri no.
    A fine concerto Coruzzi è salito a fatica sul palco (chiamate la gruuuu) per andare dietro le quinte seguito da molti altri amici di Vale.
    Su twitter Platy poi ha postato “A Valerio ho consigliato: un’asta, uno sgabello, qualche clip o foto in scena e “contenere” di più! Super con Minuetto”.
    Eh no caro Coruzzi io non aggiungerei proprio nulla, di cose strabilianti e altre pagliacciate ce ne propinano tutti i giorni. Valerio non ha bisogno di tutto questo… protagonista unica solo la sua voce!
    E poi cosa vuol dire contenere di più? Forse contenersi con la voce? Usare meno acuti e vocalizzi forse? Ma a noi piace tanto quando “cambia registro vocale”, quando dai bassi sussurrati arriva agli acuti più strabilianti. Oppure si riferisce all’abbigliamento?… perché quanto a questo lei dovrebbe solo stare zitta sia come Platy sia come Coruzzi.
    O forse si riferisce ad “Amici Big”?… lì allora ci sarebbe da aprire una parentesi non indifferente che fa ancora troppo male ma se fossi in lei o lui come cavolo vuole mi farei un bel esame di coscienza!
    Poi Platy aggiunge su twitter un altro post: Valerio osa Minuetto di Mimì e non si fa male..! Tante lo hanno letto come un messaggio positivo… mmmmhhh a mio parere poteva sprecarsi un po’ di più ma forse aveva paura di far trasparire troppo quanto si fosse venduto precedentemente.

    Peccato non aver incrociato Simonetta Spiri e Roberta Bonanno che erano presenti al live ma me l’hanno detto solo quando eravamo già uscite da teatro.
    Simonetta, superentusiasta, lei più volte lo ha difeso… e su twitter ha ringraziato Vale per le emozioni che le ha regalato durante il concerto. Dicono che ci fosse anche il fratello di Biagio Antonacci ma io non l’ho visto. C’era invece Dario Sardonè, giovane presentatore televisivo nonchè amico di Vale che poi su twitter ha ringraziato le fans di Scanu per la grande accoglienza non dimenticando di dire che è stato un bellissimo concerto e che Valerio è sempre meglio!
    Su fb ho letto che anche il chitarrista Stefano Profazi ringraziava il pubblico a nome di tutta la band per come sono stati accolti ma soprattutto che era rimasto colpito dall’affetto che abbiamo sempre nei confronti di Valerio!

  21. nadiaVeneZia ha detto:

    Milano 25/02/2013 – Teatro Elfo Puccini – Sala Shakespeare
    Live in acustico – Tour 2013 – Data zero
    Quarta parte – conclusioni

    Questo live in acustica è stato qualcosa di più che fantastico, superiore alle mie aspettative, l’ho visto come il tour della maturità, c’era il pienone in Teatro e un entusiasmo incredibile da parte del pubblico. E stato un concerto stupendo ed emozionante, i nuovi arrangiamenti hanno lasciato intravedere un Valerio più maturo che vuole dimostrare di essere un artista in costante evoluzione con una voce ancora più pazzescamente ricca di bassi, acuti mai urlati e dalle mille sfumature… le canzoni, stravolgendone arrangiamento e stile, ne hanno guadagnato in raffinatezza e credibilità a livello musicale facendone delle canzoni di livello superiore… quanta intensità e quanta anima in queste interpretazioni! Ha letteralmente svecchiato brani del suo repertorio che non sentivamo da molto tempo tanto da nemmeno riconoscerle dalle prime note come solitamente siamo abituate fare. E’ stato capace di proporre qualcosa di diverso da quello che avevamo finora sentito. Certo che Valerio live continua a stupire, la sua voce vellutata e la sua crescente maturità interpretativa sostenuta dall’acustica perfetta del teatro è riuscita a scuotere le corde dell’anima, e canta ogni volta come non te l’aspetti… è sempre una sorpresa e non delude mai! E l’ acustica ha fatto ancor meglio risaltare la sua voce che a mio parere è una tra le più belle in Italia.
    Fantastici i suoi musicisti, sono davvero bravi e che sintonia perfetta! Colpisce molto Martino che spesso suona con enfasi e con un coinvolgimento che ti perdi a guardarlo.
    Unico neo di questo live la brevità… troppo… troppo breve… il tempo ci è sembrato volare più del solito, quando ha detto che stava per finire c’è stato un boato di disperazione. Speriamo che in futuro aggiunga in scaletta altre canzoni… ormai ci ha abituate troppo bene con le 3 ore del live di Natale.
    Beh un altro difettuccio piccolo piccolo c’è stato… ih ih quel bottone birichino che continuamente gli faceva risistemare la camicia… appello alle fans… aiutatelo… non portategli più dolci!
    Ah ah quel bottone mi ha fatto venire in mente quando io, avendo purtroppo abbastanza seno, mi ero ingrassata un po’ (ma vah ) e con uno sternuto mi sono scoppiati due bottoni che sono finiti addosso al mio collega della scrivania di fronte…. Ah ah è ancora shoccato…Vale attento agli acuti! Magari quel bottone arriva su un occhio a qualcuno…. mi raccomando prendi bene la mira!

    Come avrete capito è stato un live completamente diverso da tutti gli altri, ma che nessuno deve perdere… è stata una bellissima serata che difficilmente dimenticheremo… chi riesce vada a Roma perchè ne vale veramente la pena. Io ora aspetto Locarno e Vigevano per poterlo riascoltare… ecco metà di me è rimasta all’Auditorium e metà all’Elfo… oh non se ne viene fuori… è troppo bravo sto ragazzo e spero che anche per lui presto arrivino le grandi e meritate soddisfazioni.

  22. Figurilla ha detto:

    Milano 25 febbraio 2013 – Live Acustico Teatro Puccini

    Finalmente è arrivato il giorno fatidico. Dopo aver a malincuore rinunciato a Roma nessuno mi può impedire di esserci alla prima tappa del live di Vale!!!! E mio marito è d’accordo e decide di accompagnarmi. Per me questa volta è ancora più speciale perchè affronterò la tappa con il pancione, anche il piccolo Ivan sperimenterà un live di Valerio tanto atteso!! 
    In ufficio le ore scorrono veloci e alle 18 ci mettiamo in viaggio per raggiungere il teatro. Il tempo è stato clemente quindi per fortuna raggiungiamo il centro senza problemi. Non posso fiondarmi subito davanti al teatro perché la tappa per mangiare ci vuole….altrimenti non ho le energie per godermi lo spettacolo in serenità! Ma non siamo gli unici perché allo Spizzico vicino al teatro riconosco molte faccie note già viste in altre occasioni…dal vetro mi salutano Romy e sua mamma Carla che ho conosciuto all’uscita di Così Diverso e che vengono dalla Svizzera…chissà se le altre ie sono già lì davanti mi chiedo….
    Ci incamminiamo verso il Teatro, mio marito è contento perché non dobbiamo fare fila e il posto è già prenotato, la sua preoccupazione era farsi spazio con il pancione che mi contraddistingue in questo periodo, modello Gabibbo….  All’ingresso incontro Babina che mi dice “ma che pancia hai??!?!” beh sicuramente non passerò inosservata…se ne accorgerà anche Vale?!?!?
    E’ la prima volta che entro in questo teatro e mi accorgo che la visuale è ottima in qualsiasi posto…io e mio marito siamo in alto ma si vede benissimo….ci sediamo e accanto ho una signora con il marito…e la signora mi dice : “Ah ci portiamo avanti….ancora in pancia e già fan di Scanu…” “Eh si, “ le rispondo io, “uno scanino già in regola!”.
    Prima che inizi faccio un giro per il teatro alla ricerca delle altre. Incontro subito Nadia, Patrizia e il marito e Lia. E’ bello rivederle tutte dopo tanto tempo…in questo periodo sono emotiva, potrei già piangere ma mi trattengo per dopo quando la musica del nostro Vale arriverà al cuore.
    Incontro anche Daniela e Meggy che mi stavano cercando…mi danno un piccolo pacchettino…un porta ciuccio azzurro per il piccolo Ivan…davvero non mi aspettavo, sono senza parole e con l’occhietto lucido mi giro e mi “scontro/incontro” con Platinette….mamma mia che incontro!!! Ma non è truccato e venuto nella sua veste formale e vedo che si mette in prima fila…Daniela mi dice “speriamo di non essere seduta dietro di lui e che gradisca lo spettacolo!”. Tutte mi chiedono di mio marito che è rimasto seduto, ma sono riuscita lo stesso a presentarlo!
    Ma l’ora si avvicina, mi metto seduta e…..iniziano le prime note di ARIA COLORATA…il sipario si apre e si vedono i musicisti posizionati ma niente Vale….poi ecco la sua voce, splendida come sempre…a me sembra venire dal fondo del teatro….infatti poco dopo appare Vale in fondo al Teatro vestito con pantaloni neri, scarpe da tennis nere, camicia bianca e papillon nero (che durerà 2 canzoni poi lo toglierà…ahahah troppo fastidio…..), capelli legati…..cammina lungo il corridoio e si avvicina al palco….
    Solitamente riconosco tutte le canzoni dalle prime note, ma i nuovi arrangiamenti le trasformano…e si ripercorrono tutte le tappe…POLVERE DI STELLE, CREDI IN ME, SENTIMENTO, LONTANO, PER TUTTE LE VOLTE CHE, L’ASSOLUTO….un susseguirsi di emozioni….per me è tutto più amplificato, Ivan si muove a tempo e sembra gradire….io sono travolta da un turbinio di emozioni….sono diverse le volte in cui tutto il pubblico si alza per applaudire Valerio e mi alzo anch’io….sento addirittura mio marito cantare in alcune occasioni (cosa che negherà sempre….ahahahah). Con MINUETTO ho gli occhi lucidi: l’intensità dell’interpretazione è davvero forte…e la cosa più bella è sentirsi intimamente connessi con lui, con la sua voce….non è solo la potenza ma è la sua capacità di buttarti direttamente nel suo mondo che mi piace che mi fa sentire davvero una parte di quel mondo….perdo persino il filo del susseguirsi delle canzoni, è un turbinio di emozioni….
    Poi arriva ALL BY MYSELF…ho i brividi…c’è un momento in cui non si sentono neanche gli strumenti c’è solo lui con la sua voce in tutta la sua estensione ….beh si la lacrimuccia qui scende, ancora una volta la scanu emozione si è liberata….per riprendermi stavolta ci vorrà un mese, ma meglio così…e quando Ivan nascerà avrò qualcosa da raccontargli, di come un fantastico ragazzo di nome Valerio sia riuscito come sempre ad incantare la mamma e tutti gli altri fan presenti senza strane scenografie, trucchi, balletti o luci, ma solo con la sua voce ed il suo cuore, che è davvero grande….ancora una volta GRAZIE VALERIOOO!!!
    All’uscita incontro Silvia e la mitica Irene….ci lanciamo in un forte abbraccio…l’emozione ancora tanta e abbiamo tutte l’occhio da scanu nuvoletta…Ivan non lo sento, si è addormentato…mi sa che le endorfine liberate dalla mamma lo hanno steso…..un concerto di Vale può avere anche questi effetti!!!!

    • Perla ha detto:

      GRAZIE FIGURILLA 🙂 CHE BELLO IL TUO RESOCONTO EMOZIONANTE E DOLCISSIMO ❤❤❤❤ 🙂 🙂

    • nadiaVeneZia ha detto:

      Grande Simo,
      bellissimo resoconto! Chi non riesce a capire la nostra gioia nel ritrovarci a condividere le emozioni di un concerto di Valerio facendoci partire da tutta Italia (e pure da oltralpe) per ritrovarci nei posti più disparati davanti a una transenna o comodamente seduti in un Teatro …beh non sa cosa si perde!

  23. Perla ha detto:

    ROMA – 24/03/2013 LIVE IN ACUSTICO –
    TEATRO AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA.

    VALERIO è STATO STRATOSFERICO… CI HA REGALATO UN CONCERTO DA FAVOLA…. SECONDO ME LUI NON SI RENDE CONTO COMPLETAMENTE DI QUELLO CHE RIESCE A DONARCI OGNI VOLTA….. VERAMENTE SONO SENZA PAROLE…. E POI I NUOVI ARRANGIAMENTI BELLISSIMI *_* E LA SUA VOCE POI IN ACUSTICO CHE COSA è****** RIESCI A PERCEPIRE ANCHE LE PIù PICCOLE SFUMATURE, E SI SONO AGGIUNTI NUOVI “COLORI” VALERIO STà CRESCENDO E MATURANDO IN TUTTO E PER TUTTO…. E CREDO PROPRIO CHE “QUELL’ARANCIA” SI STIA “APRENDO” (CIT. JURMAN) E CI FARà GUSTARE E ASSAPORARE IL SUO MERAVIGLIOSO NETTARE…… IN POCHE PAROLE PIù SI Và AVANTI E Più VALERIO CI FARà MORIRE TUTTE 😯 CI SARà LO STERMINIO DELLE FAN :mrgreen: VERAMENTE HO ASSISTITO AD UNO SPETTACOLO STRAORDINARIO DOMENICA….. E MIO MARITO DI FIANCO A ME ANCHE LUI SCANURAPITO :mrgreen: HO AVUTO PIACERE DI RINCONTRARE PATRIZIA, SILVIA, DANIELA, LUANA, CRISTINA E PATRIZIA DELLA SARDEGNA E SALUTARE TANTE, TANTE AMICHE, E DARE UN VOLTO A CHI SOLO LEGGEVO SU FB… 🙂 E POI FUORI PRIMA DI ENTRARE ABBIAMO INCONTRATO MARTINA STAVOLO, MIO MARITO SI è FATTO ANCHE LA FOTO CON LEI 🙂 PER FARLA VEDERE AI NOSTRI RAGAZZI :mrgreen: MIO FIGLIO (IL PIù PICCOLO 🙂 ) AI TEMPI DI AMICI AVEVA UN DEBOLE PER LEI 😆 POI C’ERANO ANCHE GIUSEPPE GIOFRè, CLAUDIA CASCIARO, STEFANIA ORLANDO, IL MAESTRO PINO PIRAZZOLI E ALCUNI GIORNALISTI….. DIFATTI QUANDO SIAMO ENTRATI NELLA SALA ERANO TUTTI SEDUTI IN PRIMA FILA 🙂 IO, MIO MARITO E DUE MIE AMICHE ERAVAMO IN 7° FILA CENTRALE…. UNA POSTAZIONE BELLISSIMA, PRATICAMENTE VALERIO ERA DAVANTI A NOI….. 🙂 VALERIO IN QUESTA TAPPA CI HA PORTATI ALLE STELLE 😯 ED OLTRE….. ANCHE SE TUTTE LE TAPPE SONO SPECIALI A Sè, MA OGNUNA HA UN QUALCOSA DI PARTICOLARE E DI DIVERSO…. CI HA REGALATO UNA NUOVA COVER “LA VOCE DEL SILENZIO”***** CHE CANTò PER LA PRIMA VOLTA AI TEMPI DI AMICI…. HO ASCOLTATO PER LA PRIMA VOLTA LIVE “MINUETTO” *_* MADòòòòò MA CHE COSA è STATO…. TUTTI, MA TUTTI I BRANI UNO PIù BELLO DELL’ALTRO…. VERAMENTE CON I NUOVI ARRANGIAMENTI E IN ACUSTICO SONO UNA BOMBA 😯 😉 🙂 VALERIO è STATO GRANDISSIMISSIMO ❤ IO SONO ANCORA TUTTA SCOMBUSSOLATA…. IL MIO CUORE ❤ E LA MIA MENTE LI HO RIMASTI Lì ALL’AUDITORIUM…. ❤ ❤ ❤

    • nadiaVeneZia ha detto:

      Eh lo so Perla adesso un pezzetto di te resterà all’Auditorium…fino al prossimo live… perchè Vale si supera ogni volta. Grazie del bel racconto…stavolta purtroppo non c’ero ma mi rifarò a Locarno.

    • CRISTINA ha detto:

      CHE BEL RESOCONTO TESOROO ❤ E' STUPENDOOOO!!! GRAZIE PERLINA PER AVER CONDIVISO CON NOI TUTTE LE FANTASTICHE EMOZIONI CHE SOLO UN LIVE DI VALE CI PUòòòò DARE ❤ 🙂

  24. nadiaVeneZia ha detto:

    LOCARNO (Svizzera) 7/04/2013 –
    Palaexpo Fevi – Evento FEVI Music Nights
    Live in acustico – Tour 2013 Terza tappa
    Prima parte

    Anche stavolta la partecipazione a questo live è stata incerta fino a pochi giorni prima visto il mio volo giù dalle scale… eh già… ho scoperto di non avere le ali, di non essere un angelo! Per fortuna niente di rotto ma… ohi ohi che dolor e… che occhio nero! Praticamente se Scanu mi avesse vista al concerto di Roma mi avrebbe scambiata per la rappresentante delle donne maltrattate… ah ah! La dottoressa mi ha detto che per guarire prima mi sarebbero state utili delle terapie antidolorifiche… quindi ho iniziato con la terapia “concerto live” e direi che ha funzionato alla grande visto che sono entrata con i dolori e ne sono uscita senza… effetto terapia a base di sorrisi, abbracci, applausi, carica emozionale e tanta… tanta aria colorata!

    Avendo saltato il live di Roma, la data Svizzera del 7 aprile sembrava non arrivare mai ma finalmente si parte… sono le 7.30 e sono già pronta prontissima… nell’attesa mi stavo quasi assopendo quando all’improvviso sento le voci… no no, non sono “fuori”… è Patrizia che con la sua voce squillante ed euforica saluta Carla sotto casa mia così prendo la borsa e volo giù per le scale… non come l’altra volta però!
    Il viaggio scorre piacevolmente in compagnia di Patrizia, Lucia, Carla e Dino, il nostro paziente autista, ormai siamo un quintetto consolidato.
    Lucia attacca a bere, bere, bere (acqua) per cui ci tocca fare tappa in autogrill prima del solito… lei è supergasata per il live e in bagno ci canta PTLVC… lasciando alquanto basito l’inserviente di colore addetto ai bagni…. ah ah una canterina con la vescica ballerina… infatti ogni tanto spariva per andare in bagno… Lucia… basta bere!
    Il viaggio prosegue spedito quando all’improvviso… bloccati… sciopero del casello… Nooooo… volevamo scendere e alzare la sbarra, era impensabile restare “prigionieri” a meta quasi raggiunta. Per fortuna ogni tanto quell’odiosa sbarra la alzavano così siamo riusciti a passare. Entrati in Svizzera vediamo un sacco di mucche… a me, ormai è patologico, viene subito in mente la mucca lillà, quella della cioccolata… ma stavolta devo essere brava… niente cioccolata … sono a dieta, la prova costume quest’anno per me arriva a giugno… capisciiii!

    Poco prima di arrivare al FEVI in lontananza vediamo Ivana e Cinzia… facciamo un casino della madonna che era impossibile non accorgersi di noi. Ivana ha i nostri preziosi biglietti di seconda fila però al momento della consegna dice “ne ho solo due in seconda… gli altri due sono in prima fila!!!!!” Io dico a Patrizia di prenderli lei e Dino ma Patrizia “no no, assolutamente no… io non vado in prima fila”…. Beh ragazze… che dovevo fare… io ho un grande spirito di sacrificio… e me li prendo … “Lucia vieni tu in prima fila con me??” Immaginate la risposta di Lucia….? Wooow… ah ah non ci crediamo ancora!
    Ma arriva l’ora di cibo-cibo e io ho fame-fame… propongono una pizza… che faccio? Mica posso essere associale e mangiarmi un insalata no?! …Si si lo so sono a dieta, me l’ha ricordato anche la sera prima Lia con un post di un tipo che mi punta il dito e con uno sguardo magnetico mi dice “da domani a dieta eh” si si Lia… prometto… ok …da domani però!
    Con noi c’è anche Giusi di Asti (che non vedevo dal concerto di Vale allo stadio Bacigalupo di Savona) lei è troppo dolce e pure tanto simpatica, con lei c’è anche il marito e il figlio… ammazza com’è cresciuto il piccoletto, è diventato proprio un bel giovanotto e soprattutto grande estimatore di Vale, come del resto anche il marito… che bella famiglia!
    E poi la nostra Monica con Nicola, la figlia Giulia e il suo ragazzo che non aveva mai visto un live di Valerio. Per Monica è stata una festa nella festa perché era pure il suo compleanno e wooowww ci ha portato dei golosissimi pasticcini… e anche qui ditemi… come potevo rifiutare questa gentilezza di Monica… e come potevo dire di no a dei succulenti pasticcini pieni di meravigliosa crema e panna.

    Dopo averla fatta commuovere con un regalino le abbiamo dato un altro biglietto di auguri molto… molto… ma molto speciale. Infatti, visto che la fortunella Ivana era stata estratta per l’incontro del sabato pomeriggio con le fans, avevo chiesto la sua complicità per far scrivere a Valerio un biglietto di buon compleanno per Monica. Solo che quando lo ha aperto ha pensato che io le avessi fatto uno scherzo imitando la scrittura di Vale ma quando ha capito che invece era originale beh la lacrimuccia è spuntata! Troppo tenera Monica!
    Ben rifocillati abbiamo fatto un giretto per la Piazza dove avevamo vissuto l’ospitata di Valerio alla notte bianca di Locarno…. quanti bei ricordi… la nostra prima volta in Svizzera… quanto ci siamo divertite (più su tornando indietro di qualche pagina per chi vuol rivivere quella trasferta c’è il resoconto).

    E ritorniamo al Fevi per un caffè. Lì incontriamo un gruppetto di amiche e scherzando ….”scusi ma lei è fans di Scanu?” Ma ciaooooo… da quanto tempo…. e iniziano i baci e abbracci. Tante amiche sono con marito, figli, nipoti e vaiii… il cerchio si allarga. Faccio la solita figuraccia di baciare solo 2 volte le svizzere mentre ormai dovrei ricordare che i baci per loro sono tre… mannaggia a me e alla mia non memoria!
    Trovo anche la dolcissima Sara di Padova, anche lei con la sua splendida famiglia e rosico al pensare che la mia non vuole assolutamente saperne di condividere con me i live di Vale… beh peggio per loro non sanno cosa si perdono! Sara mi racconta di Mogol che pur essendo stato giudice a un talent si dichiara contro i talent mah… bella coerenza … chissà se si è reso conto che davanti aveva il più grande talento uscito da un talent… Patrizia scommetto che anche Mogol da oggi è sulla tua lista nera… ah ah !
    Comunque Mogol nell’intervista al Fevi ha detto che il mercato discografico è cambiato moltissimo, che una volta le radio erano libere e i deejay potevano scegliere i brani da trasmettere ma oggi non sono le canzoni più belle ad essere trasmesse in radio ma quelle più sponsorizzate. Eh dillo a noi che alcune radio esplicitamente ci hanno detto che è inutile richiedere i brani di Scanu perché dall’alto non glielo permettono! Per quanto riguarda i talent ha anche detto che esistono delle scale di merito per la valutazione di un cantante mentre nei talent spesso succede che i professori litighino asserendo che un ragazzo è fantastico mentre un altro non vale nulla puntando più allo spettacolo piuttosto che sul vero talento…. e su questo non si può certo dar torto a Mogol.
    Valerio dal canto suo ribadisce che tanti criticano i ragazzi usciti dai talent ma che se non ci fossero queste trasmissioni al giorno d’oggi chi vuole emergere dove andrebbe? Una volta c’erano le radio, oggi ci sono i talent! E in ogni caso Valerio dice che può assicurare che le radio i suoi brani non li trasmettono e non li trasmetterebbero … nemmeno se fossero di Mogol!
    Poi conferma che con la Emi ha sciolto definitivamente e ribadisce che i fans per lui sono tutto, che ora è produttore di se stesso e che lui, se va avanti nella carriera, deve ringraziare il suo fan club e pure quello svizzero, che entrambi lo sostengono moltissimo e che ora è…coi pensieri ad asciugare al sole!
    Dice che presto uscirà il CD/DVD di Natale…Vale la dataaaa vogliamo la dataaa!
    Una fans gli chiede se tornerà in Svizzera… risponde che lui non sa ancora dove farà i live perché non collabora più con la ditta che gli organizzava i concerti e che va dove lo chiamano ma che comunque tornerebbe molto volentieri. E bacchetta una fans per avergli scritto una mail di rimprovero per aver detto che una fans “gli stava sul…” Vale ribadisce che non devono ascoltare cose riportate e che se una gli stesse antipatica per qualche ragione, non si esprimerebbe comunque cosi’ ma che farebbe capire in qualche modo alla diretta interessata di lasciarlo in pace. Poi si calmano gli animi ed è foto ricordo per tutte.

    Ma torniamo a noi ancora non ho ancora visto la nostra Colpetto… voglio incontrare la nostra punta di diamanteeeeee… Eleonora dove seiiiii?
    Quando la vedo è esattamente perfetta… solare… proprio come la immaginavo… le vado incontro e le dico “Tu sei Colpo ora indovina chi sono io” è bastato uno sguardo…”tu sei Nadiaaaaa” e ci stritoliamo in un abbraccio che doveva recuperare i circa 3 anni che ci siamo parlate e lette solo via web.
    Ora però Colpo non vogliamo aspettare altri 3 anni eh!
    Ma ecco che si entra…woow… che bello sold out anche stavolta… e vaiii! Grande lo Swiss Fan Club, in particolare Fabiana che ha curato l’evento nei minimi particolari.

  25. nadiaVeneZia ha detto:

    LOCARNO (Svizzera) 7/04/2013 –
    Palaexpo Fevi – Evento FEVI Music Nights
    Live in acustico – Tour 2013 Terza tappa
    Seconda parte

    Sul palco eleganti composizioni di fiori bianchi, un pianoforte, due chitarre acustiche, una batteria ….un’enorme schermo, un’asta e uno sgabello!
    Lucia intravede Vale che dall’alto sposta il drappo per “spiare” il suo pubblico senza essere visto… ma non sa che a tante di noi non sfugge nulla.
    Intanto entra il presentatore che annuncia Valerio con grande enfasi: “Benvenuti… sarà uno spettacolo eccezionale… siamo qui per accogliere un grande protagonista della nuova musica italiana… dico della nuova musica perché è giovanissimo eppure ha già una grandissima carriera alle spalle che l’ha messo in evidenza su più svariati palcoscenici”
    Il presentatore chiama Fabiana dello Swiss Fan Club per ringraziarla ed omaggiarla con uno splendido bouquet di fiori per l’ottimo lavoro svolto per il Fevi Music Nights… poi prosegue “è il momento tanto atteso… allora… lui ha cominciato a cantare giovanissimo, a 8 anni ha iniziato a fare piano bar, poi ha fatto tutta la gavetta all’interno dell’universo dei talent e il suo talento in questo caso è venuto fuori in maniera prepotente, poi è andato a Sanremo e ha sbancato anche il Festival vincendolo e da qualche mese ha deciso di dare un’ennesima svolta a quella che è la sua già brillante carriera decidendo di cambiare pelle ovvero di sganciarsi dall’industria discografica e di diventare produttore e imprenditore di se stesso… bene… accogliamolo con un grande applauso perché sta arrivando al palazzetto Fevi…Valerio Scanu”… e parte un video introduttivo dove fa vedere uno scriccioletto che dice “…lo compriamo un microfono mamma… ma vero eh” per poi ripercorrere la vincita di Bravo Bravissimo, l’entrata ad Amici… con Jurman che dice ”uno così è veramente difficile da trovare in giro” poi l’emozione del primo singolo “Sentimento”, del primo video “Ricordati di noi”, Vale che fiero alza il leoncino del primo posto a San Remo con il relativo CD, il video di “Credi in me”, l’uscita del CD “Parto da qui” passando per altri video ufficiali e del concerto de La Maddalena, alcune cover e l’uscita del CD “Così Diverso”, del concerto di Natale e poi un suono tipo cuore pulsante ricordando i sold out di Milano, Roma e Locarno….wowww abbiamo iniziato proprio bene… anzi direi benissimo!

    Ma ecco che finalmente arriva lui, inizia con “ARIA COLORATA”… vestito con pantaloni e giacca bianca, camicia nera e scarpe di vernice nere che, pur essendo di taglio molto giovanile, rendeva il tutto molto chic… ah si, capelli con coda molto particolare… frutto del lavoro di Betta (come ci farà capire alla fine) ammazza che eleganza… che tono regale… sembrava un principe.
    Pure i musicisti erano molto sciccosi con pantaloni bianchi, camicia nera e fifi bianco (che hanno tenuto fino alla fine… a differenza di qualcun altro… ah ah).
    “Come va?”…. “Beneeeee”… “Pronti?”.. “Siiii”
    Prosegue con “CREDI IN ME”…”DOPO DI ME”… poi dice “Mi siedo qui” e guardandosi i pantaloni pensa a voce alta “adesso si strappa tutto” ah ah… “Benvenuti a questo live acustico… siamo io, voi e la mia musica”.
    Va avanti con “RICORDATI DI NOI” dedicando il suo tour alle donne vittime di violenza ricordando il suo impegno nel sociale con la frase molto d’effetto “abbiate il coraggio di denunciare”. Purtroppo l’acustica del Fevi non era delle migliori soprattutto per quanto riguarda la parte musicale ma lui imperterrito continua con “MIO”, “L’AMORE CAMBIA” poi dice “al prossimo brano sono sentimentalmente più legato” (eh dillo a noi!) e si levano le note di “SENTIMENTO” in sala un silenzio assoluto, non si sentiva nemmeno un respiro, solo la sua voce…. pura magia di un’interpretazione sempre più intensa… alla fine tutte in piedi in standing ovation.
    Ho notato che gli organizzatori hanno ascoltato i consigli di Platinette per quanto riguarda l’asta con cui Vale effettivamente si rapporta molto bene e pure lo sgabello rende più intimistici i brani…spettacolare poi il megaschermo con le mega immagini anche se l’asta della cinepresa che riprendeva l’immagine in diretta ogni tanto ci impallava la visuale e le immagini erano un po’ in ritardo rispetto il labbiale.
    Poi Valerio si avvicina al pianoforte e guarda con aria furbetta Martino e riferendosi ai capelli che non gli ha ancora tagliato dice “te li taglio in diretta sul palco… non ci credi che lo faccio?… Martino, che ormai penso lo conosca bene, sconsolato annuisce … e Vale rincara… ”la prossima tappa lo farò”… povero Martino!
    Poi si siedono vicini e Vale annuncia “Valerio Scanu…And so this is Christmas”… il trailer ufficiale del DVD del concerto di Natale con un primo piano di Valerio che parte di botto con l’acuto di All by my self… mamma mia… poi le scritte l’artista…”sono liberoooo”, il cantante….”I surrender”, la sua vita… e canta con Spagna la colonna sonora del Re Leone, le sue passioni… e canta con Silvia la colonna sonora di Alladin, i suoi affetti… con le canzoni di Natale e poi Titanic col bimbetto a sua immagine… concludendo col fantastico pubblico dell’Auditorium che lo applaude e infine la scritta “Aprile 2013”… stupendo… voglio quel DVD subitoooo!

    Dopo una marea di applausi si prende uno sgabello bianco (pandant col suo vestito… tutto molto chic al Fevi) e intona “SE E’ VERO CHE CI SEI” grandiosa questa interpretazione, con solo il suono discreto delle due chitarre acustiche, in una versione malinconica… io l’ascolterei live anche dieci volte di fila… ebbene si ho decisamente un debole per questa canzone.

    Poi il giusto omaggio al Califfo con un discorso quasi commosso su Califano: “Ci sono momenti in cui la musica parla al posto delle parole… vi sarete chiesti come mai non ho scritto nulla… sono stato scollegato per giorni da internet… quando l’ho saputo mi è preso un colpo… io l’ho omaggiato finchè era in vita… non vorrei fare polemica ma a differenza di tante radio che mandano solo ora le sue canzoni mentre quando era in vita nemmeno se lo filavano”… giusto Vale.. una denuncia all’ipocrisia del mondo discografico e radiofonico che non lo ha mai preso in considerazione e che ora che non c’è più lo osannano… grandi applausi per Califano e per lui che ci regala una struggente versione di “MINUETTO”
    Riprende con “ESISTI TU” col suono delle percussioni… bravissimo il batterista … questo brano così riarrangiato e veramente emozionante.
    E arriva “LA MIA COPERTA SUL CUORE” che, se non fosse che la canta lui, sinceramente di questa canzone farei a meno.
    Poi si rivolge alla band… “dicono che gli arieti sono molto lunatici… vero?… Tu sei ariete? Tu sei ariete?” E rivolto verso il pubblico “Chi è ariete?… Si risponde da solo “Io… siete lunatici?…. Io no!” il tutto con tanto di risatina e alzata di sopracciglio ah ah… immaginate la risata del suo pubblico che ormai conosce per benino il tipetto… ”perché pensavo… quando è iniziato questo tour dicevo sempre al momento di presentare questa canzone… mai come quest’anno ho sentito la nostalgia di Sanremo… ma solamente i giorni di Sanremo perché già adesso la nostalgia è passata”… ridacchia e canta “PER TUTTE LE VOLTE CHE” e la canta tutto il Fevi… “come siamo?????” …. “IRRAGGIUNGIILIIIII”
    Oltre che irraggiungibile è anche instancabile perchè attacca subito “TRASPARENTE” con un’interpretazione sempre più sentita e vissuta… quasi struggente, con una gestualità ed espressività dalle mani che riesce a dare il senso giusto ad ogni parola, adoro questa canzone… parole e musica!

    Un sorso d’acqua ed è “POLVERE DI STELLE” fantastica… era da tanto che la volevo risentire live. Poi “L’ASSOLUTO”… troppo … troppo bella in acustico… a me questa canzone è piaciuta fin dall’inizio e il furbastro per accattivarsi le ragazzine passa il microfono proprio su “avertiiiii” e “rubartiiiii”.
    E arriva “AMAMI” che a me non è mai piaciuta particolarmente ma questa volta ne ha fatto una versione che mi ha stupito per la dolcezza con cui l’ha cantata… mi è piaciuta proprio tanto con quegli amami gridati e sussurrati ogni volta in modo diverso. Ma Vale è così… anche se a volte puoi non apprezzare un suo brano lui lo stravolge e magari ti ritrovi ad apprezzarlo più di altri perché ne fa una versione veramente da brividi.

    E se io vi dicessi “butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno… voi cosa rispondereste? ….giuro che” e il nostro coro “lo farooooò”… “LA DONNA CANNONE” di Francesco De Gregori … non mi aspettavo questo brano da lui è stata una delle interpretazioni più dolci e delicate mai eseguite. Certo che l’omaggiare la musica italiana attraverso gli artisti che l’hanno resa grande in tutto il mondo ci ha fatto scoprire un nuovo Valerio… della serie “in faccia ai maligni e ai superbi il tuo nome scintillerà”…. Ah ah secondo me le cover le sceglie per mandare messaggi a chi di dovere…è il suo modo di mandare a quel paese certe persone.
    Alla fine tutti in piedi urlando … Bravo… bravo… bravo… che emozione!

    Spezza l’incanto del momento dicendo “Ne approfitto per fare un po’ di ringraziamenti e per presentarvi questa band… si avvicina al batterista (calvo) lo guarda con una faccetta da furbastro e… “diciamo che al prossimo concerto non c’è pericolo che ti taglio i capelli… ah ah scusatemi… sono un po’ fuori oggi… voi non sapete sapete cosa mi ha risposto!
    Poi racconta “Oggi facevo le prove… adesso ho la giacca e non si vede… facevo le prove con una maglietta ad un certo punto mi giro… guardo lo schermo… due fianchi così… 21 giorni di dieta… ho sgarrato solo a Pasqua… sgarrato per modo di dire … quindi ride… (e rivolto al batterista) scusa se sono rinco e per 1 secondo ho quasi dimenticato il tuo nome… sto scherzando non potrei mai dimenticarlo… ci credi?… alla batteria… ah ah in coro… Alessandro Pizzoniaaaa.
    Al basso… e tutti in coro “Psicoooo” e Vale “ah ah sanno tutti il tuo nome d’arte…. Roberto Lo Monacooooo”…. “Cori, anzi no chitarra e cori… coro… cori… coro” e scherzano sulla o aperta o chiusa… “Stefano Profaziiiii… al pianoforte (si avvicina e ridacchia)… Martino Onoratoooo nonchè direttore musicale… grazieeeee… poi ringrazio l’ufficio stampa, il mio manager, ringrazio tutti coloro che hanno permesso che fossi qui oggi… ringrazio lo Swiss Fan Club… se avessi avuto uno staff manageriale come voi dal principio a quest’ora sarei… (e fa segno con la mano molto in alto)… ma ho la fortuna che sono molto giovane e quindi facciamo sempre in tempo. Ringrazio tutti voi, ringrazio Daniele per essersi preso cura del copione… di tutto… ringrazio Betta e si tocca i capelli… spero di non aver dimenticato nessuno, ringrazio ovviamente i fonici… chi ho dimenticato???” Qualcuno gli urla Naty Love You… “ah ah quella posso anche non ringraziarla tanto non si offende nessuno… che poi Naty Love You… è una società che ho aperto nel novembre 2012… dovevamo trovare un nome quindi, la mia commercialista si chiama Natalia e il mio manager mi dice devi trovare un nome… e io chiamiamola La Fenice… ma nooo dice lui… allora butto lì chiamiamola Naty Love You… io l’ho detta così… mi chiama subito Ugo… bello!… troviamoci subito un logo! Così l’abbiamo chiamata Naty Love You”.
    E’ troppo forte… ora ditemi quanto vi piace quando racconta questi piccoli episodi rendendoci partecipi anche noi? E’ proprio unico.

    Riprende con “PIOGGIA E FUOCO” dove è un tutt’uno con la musica facendone un’interpretazione struggente avvalorata dal maxischermo dove sembrava che Vale (in primo piano) cantasse malinconico guardando la pioggia che cadeva copiosa sui vetri e poi quel “maaaaaiii” finale…. Strepitoso… che, come ha detto Patrizia, ci ha spettinato tutti dalla prima all’ultima fila.

    Conclude con “LONTANO”… stupenda! Poi esce, ma solo un attimo, per rientrare con “PRIDE” iniziata a cappella dietro le quinte… la riconosciamo subito… il tempo di un oooohhhh di stupore e balziamo tutte in piedi al battito di mani… io persino ballicchio… lui con lo sguardo orgoglioso per il suo pubblico così partecipe… mamma mia che botta di vita sta canzone!…. che versione elettrizzante, difficilissima in acustica.
    E’ incredibile come lui riesce ad essere eccezionale in generi completamente diversi passando senza tentennamenti da una canzone intimistica come “La donna cannone” a una canzone esaltante come “Pride”.

    Fa l’inchino e se ne va…. ma stavolta non ci stiamo… non vogliamo che tutto sia finito e lo chiamiamo a gran voce per un bis… lui pensa che noi ci stufiamo ma nessuno se ne va continuando a richiamare lui e la band sul palco finchè torna tenendo per mano Fabiana cantando un pezzetto di “All by myself”… prova a passarle il microfono ma lei però non si azzarda visto l’imminente l’acuto. Poi ripassa il microfono a Faby per la conclusione, intanto le fans approfittano per portare pacchetti e pacchettini a Vale e … come al solito Monica come un fulmine sparisce e si precipita sotto il palco per ringraziarlo per il biglietto di auguri. L’organizzatore gli augura tanta fortuna e successo poi Vale se ne va carico di pacchettini visto l’imminente compleanno.

    Fuori del Palazzetto un nutrito gruppo di fans hanno atteso a lungo che uscisse, noi dovevamo ripartire ma Carla, che non lo aveva mai incontrato, voleva un’autografo. Valerio stava già salendo in macchina ma non ha resistito al richiamo ed è corso a fare autografi e foto… sempre affettuoso e disponibile verso il suo pubblico. Ha però cominciando da metà transenna saltando proprio dove Carla aspettava ma la sua tenacia nel rincorrerlo è stata premiata… io l’ho ripresa col cell ma non so perchè il video si è interrotto nel momento più bello… come al solito sono un disastro e non è venuto fuori nulla.
    Una ragazza aveva un cane (chow chow) e lui non ha resistito e se lo è preso in braccio io pensavo fosse un volpino bello cicciotto… un volpone insomma visto che appena Vale l’ha restituito alla padroncina ha iniziato ad abbaiare facendogli pure prendere paura… ah ah voleva ritornare in braccio a Vale.
    C’era un sacco di gente anche affacciata alle finestre e da una terrazzina una bimba gridava “Valerio… Valerio… guarda su!” ah ah.
    Valerio finalmente riesce a salire in macchina… parte ma vede una ragazza piangere… fa fermare la macchina e scende per salutarla “smetti di piangere… non piangere”e fa la foto con lei.
    Come fanno certi a dire che non è disponibile con i fans e sì che ci sono miriadi di foto che dimostrano la sua disponibilità ma probabilmente c’è tanta malafede in giro.

  26. nadiaVeneZia ha detto:

    LOCARNO (Svizzera) 7/04/2013 –
    Palaexpo Fevi – Evento FEVI Music Nights
    Live in acustico – Tour 2013 Terza tappa
    Terza parte – conclusioni

    Il concerto è stato un successone… sold out pure stavolta anche grazie all’ottimo lavoro svolto da Fabiana che ha organizzato e curato in ogni minimo dettaglio l’evento!
    Grandissimi anche i musicisti… bravissimi a riarrangiare i brani rendendoli completamente nuovi non solo rispetto all’originale ma addirittura anche rispetto all’arrangiamento di Milano… eccezionale poi Martino che ti perdi a guardarlo per quanto si immedesima nella musica.

    Valerio ha illuminato il palco mandando in visibilio il folto pubblico presente cantando con una vocalità pazzesca che ormai sa dosare a seconda del brano… che carisma incredibile! Ormai tiene il palco con una semplicità che lo rendono unico, sempre sincero e così piacevolmente diverso dalla massa. Ha cantato 2 ore in acustico spaziando tra generi ben diversi. Un live così secondo me di solito può permetterselo solo un professionista con anni e anni di carriera alla spalle mentre lui lo fa già ora a soli 23 anni.
    Alla fine un incessante bravo bis, fuori… fuori…, bis… bis… tanto che sono dovuti salire nuovamente sul palco. Questo ragazzo sta raccogliendo sempre più consensi… interprete raffinato e con una notevole crescita interpretativa ogni concerto regala un’emozione diversa e una botta di vita… probabilmente senza nemmeno rendersene conto!
    E’ entrato nelle nostre vite in punta di piedi e ci ha portato dentro il suo mondo… è riuscito a creare un legame “indissolubile” col suo pubblico ma nonostante ciò il tanto calore e i tanti applausi ancora lo imbarazzano. Ma sorride… è bello vederlo sorridere felice perchè se è felice lui lo siamo anche noi, un talento del genere non si può fermare… forte, caparbio e determinato lui, pur di realizzare il suo sogno, ha il coraggio di osare, di rischiare in prima persona e se cade si rialza e ricomincia più forte di prima… che gioia immensa vedere i traguardi raggiunti. E di tutto questo può ringraziare solo te stesso, ha fatto tutto da solo anche se in parecchi gli hanno messo i bastoni tra le ruote. Ma non sono riusciti a fermarlo perchè lui non si arrende alla mediocrità di un mondo pieno di falsità e di compromessi pur di raggiungere effimeri traguardi di notorietà e successo.
    E in faccia ai maligni e ai superbi il suo nome scintillerà … un applauso del pubblico pagante lo sottolineerà… anche se più che un applauso ormai negli ultimi live sono continue standing ovation… bravo Valerio!

    E come suo desiderio noi gli auguriamo di trovare un buon team di management che creda in lui, in quello che fa e nelle sue capacità artistiche oltre ad augurargli una buona dose di fortuna che non guasta mai!
    Intanto attendiamo il CD DVD… Valerio ha detto che c’è il concerto dell’Auditorium per intero. Non ha ritoccato la voce come spesso si fa per i DVD live, niente correzioni ne artefizi di melodine, perché ha voluto che le persone a casa respirassero la stessa atmosfera di quelle presenti quel giorno in sala… e noi, anche se abbiamo già respirato quell’atmosfera, vogliamo rivivere la magia di quell’indimenticabile sera.

  27. monica69 ha detto:

    monica69 ha detto:
    26 dicembre 2013 alle 16:50

    15 DICEMBRE 2013 PARCO DELLA MUSICA ROMA
    IT’S MAS DAY “Se puoi sognarlo puoi farlo” Prima parte

    Questa volta sapevo sin da subito che sarei andata a questo concerto.
    Visto lo splendore dell’anno scorso non c’è voluto molto decidere
    di organizzare questa tappa! Come sempre alzata presto e avvio verso
    la stazione di Verona, dove ci attendeva l’adorato treno per Roma.
    Sono partita con la mia famiglia e un’amica di mia figlia. Il primo
    giorno abbiamo visitato la chiesa di S.Giovanni laterano e S. Paolo
    fuori le mura, la sera cena con le zie di Venezia: Nadia,Patrizia, Dino
    Lucia e Carla,poi sul tardi ci ha raggiunto anche Lia. Ci siamo ritrovate
    e strette tutte in un caloroso abbraccio, ogni volta per consolidare quell’
    amicizia così improvvisa, nata grazie a quel meraviglioso ragazzo che
    da 5 anni incornicia la nostra vita! La mattinata di Domenica è stata per
    me molto particolare, perchè sono andata all’Angelus del PAPA( desiderio
    che avevo da tempo), con Patrizia, Lia e Nadia. E’ stato per me un momento
    profondo, in cui ho sentito le parole del PAPA toccarmi profondamente il
    cuore. La pioggia ha cercato di distrarre il momento solenne, ma a me non
    ha fatto più di tanto fastidio, visto che la mia concentrazione era totale.
    Anche Domenica è volata, il pensiero così ricorrente che per tutti questi
    mesi ha accompagnato i miei giorni, stava diventando vero! L’evento,
    il regalo, il sogno che VALERIO aveva organizzato per noi era sempre più
    vicino. Poche ore e poi sarebbe stato finalmente “IT’S X MAS DAY”!!!
    Mi sentivo catapultata indietro di 1 anno, quasi che questo trascorso fosse
    stato solamente un sogno! Invece per la 2°volta, VALERIO, avrebbe fatto
    della sua arte un assoluto capolavoro.

    15DICEMBRE 2013 PARCO DELLA MUSICA ROMA
    IT’S XMAS DAY “Se puoi sognarlo puoi farlo”Seconda parte.

    Alle 19.00 ci siamo diretti con l’autubus al Parco della Musica,
    molti fans erano già là e quando sono arrivata ho salutato subito
    Perla,Ivana,Silvia,Fiorella e 2 zie dalla toscana che non ricordo i nomi.
    Anche i genitori di VALERIO erano già in giro per l’Auditorium, così
    un salutino l’ho fatto con piacere anche a loro. Stranamente non mi sentivo
    agitata, forse perchè avevo la consapevolezza che l’evento più atteso si
    sarebbe materializzato a breve. La curiosità di come sarebbe stato questo concerto, saliva sempre più,proprio quella notte avevo sognato la serata del concerto, e mi aveva lasciato
    un po’ perplessa. Avevo fiducia nel nostro VALERIO, e la certezza che non
    ci avrebbe deluso nemmeno questa volta. Ore 21 entrata nella sala Sinopoli,
    trovata la posizione, ci siamo comodamente seduti in galleria; Lia era alla mia
    sinistra su di una fila,Nadia,Lucia e Carla erano in platea con Patrizia e Dino.
    Ero circondata da emozioni forti:l’attesa e la voglia di rivederlo e riascoltarlo!
    Al centro del palcoscenico spiccava un albero fatto di luci bianche. L’auditorium
    si stava riempiendo, VALERIO ce l’aveva fatta, quella sala era piena! Rimaneva solo
    l’entrata su quel palcoscenico del nostro piccolo, grande uomo! Quando ad un tratto
    le luci si sono abbassate,il pubblico in sala ha cominciato ha chiamare “VALERIO
    VALERIO”!! e lui è apparso all’improvviso…l’albero si è illuminato e le luci
    hanno fatto scoprire il look tutto nuovo del nostro artista. Una maestosa cresta
    si capelli gli incorniciavano il viso e le punte erano di un riflesso più chiaro.
    Pantaloni neri con stivali lunghi, e la giacca…oh dio la giacca…con quella giacca
    dorata era il nostro “Principe dorato”!

    15 DICEMBRE 2013 PARCO DELLA MUSICA ROMA
    IT’S XMAS DAY “Se puoi sognarlo puoi farlo” Terza parte”

    Ha incominciato subito a cantare in inglese, per non lasciare spazio
    minimamente a nessun brano del suo repertorio. Stavo aspettando
    una canzone da poter intonare con lui, aspettavo la sua musica
    familiare, ma questa volta il messaggio era chiaro. Stavolta VALERIO,
    aveva nettamente tagliato con il passato e voleva mostrarci cosa
    veramente è capace di fare. Così si è cimentato in brani natalizi e non,
    molto difficili,ma per lui è stata una passeggiata, ci ha dato prova
    per l’ennesima volta del suo talento!!! VALERIO è così dà sempre il
    massimo al suo pubblico. Anche la scelta degli ospiti è stata azzeccatissima,
    sia per la bravura, sia per l’umiltà e i valori di questi artisti. Antonino con
    la sua particolare voce, si amalgamava bene con quella di VALERIO,
    nel brano”when you bilive”, per dar vita ad un duetto omogeneo.
    Con Kika è stato superlativo, hanno eseguito il pezzo”sometime love”
    contenuto nel nuovo cd. Quando poi si è esibito il tenore Fey yue, siamo
    rimasti stupefatti che una figura così esile avesse una voce così possente.
    Anche Lisa è stata molto apprezzata con i suoi brani “sempre” e “prayer”.
    Stupendi tutti! Il concerto ha proseguito con una piccola parentesi di 2 brani
    della Walt Disney( il cerchio della vita e in fondo al mar), perchè come ci
    ha ricordato VALE : CHI PUÒ SOGNARLO PUÒ FARLO!

    15 DICEMBRE 2013 PARCO DELLA MUSICA ROMA
    IT’S XMAS DAY “Se puoi sognarlo puoi farlo”Quarta parte”.

    Forse ci mancavano i brani a noi noti, ma non ci è mancato il talento,
    in più tutto incorniciato da uno stupendo scenario quale è la sala Sinopoli
    dell’auditorium di Roma. Questa volta a differenza di altre, VALERIO
    era riuscito a farci ammutolire, nessuno era in grado di cantare quei brani…
    sia perchè nuovi, sia perchè in inglese. La meraviglia, il silenzio e il calore
    per VALERIO, regnavano sovrani, eravamo tutti per lui,senza nessuna distinzione,
    accumunati da un unico sentimento: L’amore per la musica e il suo artista.
    Anche in questo concerto di natale il nostro “Principe Dorato”ci ha estasiato
    divertito,comosso insieme al suo coro e alle sua band, sempre all’altezza di ogni
    evento targato SCANU. VALERIO si è esibito in 23 brani, intensi, nuovi e
    indovinati,tutto senza filtri, senza vergogne e senza effetti speciali, nella semplicità unica
    solo come il nostro artista sa fare. Lui sa sorprenderci, sa emozionarci, sa commuoverci
    è uno di noi, è un figlio, un nipote, un parente con cui ci sentiamo legati.
    I brani che mi sono piaciuti di più sono stati l’Ave Maria e sometime love.
    Allo spettacolo sono intervenuti 2 ospiti particolari: Bisonte e Patty,gli amori
    di VALE. Quando lo spettacolo è volto al termine, sembrava che il tempo fosse
    volato troppo in fretta, così in fretta, che è sembrato un sogno, ma il sogno
    invece continua con VALERIO e il suo nuovo cd.
    NON SMETTIAMO MAI DI SOGNARE!!!
    The end

  28. monica69 ha detto:

    BOLOGNA 2 FEBBRAIO 2014 INSTORE MONDADORI E
    OSPITATA AL ROXY BAR.

    Questo resoconto lo scrivo con tanta gioia e tanto orgoglio.
    I miei compagni di scanutrasferte sono stati come sempre mio
    marito, Nadia con Lucia, Dino e Patrizia. Siamo partiti verso
    le 10 del mattino per incontrarci sull’autostrada a 13 con il
    resto del gruppo e proseguire alla volta di Bologna. Il tempo
    non era dei migliori, la pioggia insistente e umida rallentava
    il viaggio, ma non ha certo frenato o alterato il nostro entusiasmo!
    Appena arrivati abbiamo avuto una certa difficoltà a trovare il luogo
    della meta(il Roxy Bar), il navigatore non ci portava nella direzione
    esatta. Dino da bravo autista è riuscito nell’impresa. Ci aspettava un
    pomeriggio alquanto impegnativo,dovevamo prendere cd, pass e farli
    firmare da Valerio. Alle 13.00 la commessa del negozio ci ha illustrato
    come si sarebbe svolto il tutto e cosa dovevamo fare:praticamente niente
    solo aspettare fuori e fare la fila fino alle17.00!!! pioggia, freddo e
    stanchezza non hanno avuto la meglio su di noi, perchè imperterriti
    abbiamo continuato a parlare, ridere e scherzare come nulla fosse
    sotto gli sguardi curiosi dei passanti che leggevano i cartelloni
    pubblicitari dell’instore alla Mondadori di Valerio Scanu! Essere primi
    per il firmacopie, significava poi essere in orario per presentarsi al
    Roxy Bar, infatti le disposizioni date erano precise e chiare: per le 18.30/
    19.00 il pubblico doveva essere tutto presente. Eravamo tutti agitati perchè
    temevamo che Valerio arrivasse in ritardo. Se i fans presenti ad una certa
    ora se ne andavano? Non c’era tutto il tempo necessario per gustarsi questo
    momento, i tempi erano stretti e i fans aumentavano. Finalmente alle 16.30
    ci hanno ci hanno fatto entrare,Valerio avevamo saputo che era alle prove in studio
    ed era arrivato in ritardo! Il cuore era a mille, lasciare l’instore per arrivare in
    tempo al Roxy Bar o sperare nella flessibilità degli organizzatori? Noi eravamo
    il primo gruppo, eravamo fortunati, ormai non mi sentivo più ne gambe ne
    braccia, i sorrisi erano tirati,ma…alle 18.00 Valerio è arrivato!!! Evviva!
    Forse eravamo nei tempi giusti, anche se la Mondadori dal Roxy Bar
    distava ¾ d’ora di macchina! Io con 4 cd in mano, mio marito con la
    macchina fotografica, pronti sulla riga di partenza…e…una volta aperto il
    passaggio dove si accedeva per il firmacopie, tutto il mio gruppo è entrato
    e Valerio era pronto e sorridente per accontentare tutti i suoi fans! Avevo un cd
    per me,il live in Roma ancora da autografare,un compleanno, un S,valentino.
    Valerio con la sua gentilezza e disponibilità ha esaudito le mie richieste
    e con la sua dolcezza mi ha disarmato! Poi la foto,un bacio e via di corsa
    alle nostre auto,senza nemmeno avere il tempo di capire quanto bello fosse stato
    quell’incontro con Valerio,che seppur un attimo,mi ha emozionato con quel
    suo modo sempre gentile e disponibile. Alle 19.00 eravamo al Roxy Bar e
    avevamo lasciato dietro di noi una fila lunghissima di fans in attesa!
    Dopo una piadina al volo e 4 chiacchere, lo staff della trasmissione ci
    ha portato 10 alla volta dentro lo studio. Eravamo già in un bel gruppetto fans di Valerio, ma sapevamo che il pulman da Milano con 50 persone era ancora bloccato alla Mondadori
    temevamo per loro. Dopo un po’ ci hanno informato che le iene hanno fatto irruzione
    all’instore ed è successo di tutto, lui aveva fretta, le fans pure e così hanno
    chiamato i carabinieri. Non so altro di preciso,sò che poi le iene sono venute
    in trasmissione con il twerkatore. Valerio è entrato alle 21.30 con l’esibizione
    di 2 brani del suo nuovo cd: “COME FANNO LE STELLE”e”PAROLE DI CRISTALLO”.
    Poi a seguire l’intervista di Red Ronnie accomodati sui divani al centro dello
    studio dove abbiamo potuto vedere Valerio da molto vicino. L’intervista è partita
    con la spiegazione della difficoltà che un artista incontra sulla propria strada,
    sebbene abbia partecipato ad un talent show e di come le case discografiche
    “sfruttino” il successo mediatico dei ragazzi per poi lasciarli al proprio destino.
    Poi si sono esibiti altri artisti di fama internazionale. Intanto lui si è seduto tra il
    pubblico invitato da Red a restarsene tranquillamente in studio. Così mentre si
    alternavano musiche e pezzi rock, a me sconosciuti, mi guardavo Valerio
    che beatamente come uno di noi, si confondeva con il pubblico. Avevo in
    testa la sua voce che avevo appena ascoltato nei 2 brani tratti da
    “LASCIAMI ENTRARE”, li aveva eseguiti splendidamente, e io ero tra le
    previlegiate che li avevo ascoltati in diretta. Una voce sempre limpida e
    avvolgente, bellissima e piena di talento! Valerio poi ha continuato l’intervista
    con Red e ha aggiunto che bisognerebbe abbattere quel portone del pregiudizio.
    Red ha aggiunto che “non esiste musica di serie a o serie b quando ci sono
    le emozioni”. Poi Valerio ha interpretato un pezzo in inglese e Per tutte le volte che,
    perchè avevano fatto vedere un video di quando aveva vinto Sanremo 2010
    e avevano appunto fatto alcune precisazioni al riguardo. Il programma è terminato
    con tutti gli artisti sul palco compreso Valerio, per interpretare pezzi rock.
    Tutti uniti con la musica, incitati dal grande Red Ronnie a cantare insieme,
    in quel momento il trionfo dell’arte imperterrita era lì davanti a noi.
    Valerio ha eseguito le sua performance sapendo che con quella voce può
    fare tutto e essere all’altezza di qualsiasi brano. Gli artisti intervenuti hanno
    dato prova di apprezzamento e di amicizia nei confronti di Valerio, era
    uno spettacolo nello spettacolo, una soddisfazione nel vedere che c’è
    ancora qualcuno che non ha pregiudizi,nè falsità. Valerioha ricevuto
    una bella accoglienza e noi siamo fiere di lui! Erano le 00.30 quando
    tutto è terminato, ma c’era la gioia,la commozione, l’orgoglio nell’aver
    assistito ad uno spettacolo con la S maiuscola! Ho salutato i miei
    compagni di scanuavventure e appena salita in macchina ho acceso il cd
    “lasciami entrare”e per tutto il viaggio VALERIO FOREVER!!

    the end

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...